500 nuovi alberi a Milano grazie a Boschi E.ON

Nuovo verde urbano a Milano e un nuovo traguardo per Boschi E.ON: grazie al contributo della nostra community abbiamo piantato 500 nuovi alberi presso il parco Bosco in Città, e 130 alberi nella nostra sede milanese, per un’aria sempre più pulita e per una città sempre più vivibile.  

Boschi E.ON è il progetto di piantumazione alberi che abbiamo lanciato nel 2011, il cui obiettivo è compensare le nostre emissioni di CO2 piantando nuovi alberi in tutto il suolo italiano. Il progetto è stato reso possibile grazie al contributo di tutti i nostri clienti, che abbiamo coinvolto attivamente: nuovi alberi vengono piantati a ogni nuova sottoscrizione delle offerte gas e grazie al programma Energy4People.

Il 2020 è stato dichiarato dalla FAO come ”Anno internazionale della salute delle piante” e siamo felici che con il nostro progetto di rimboschimento abbiamo raggiunto la piantumazione di più di 100 mila alberi: Boschi E.ON è diventato così uno dei progetti di rimboschimento più grandi d’Italia.

Boschi E.ON: i benefici della piantumazione nel verde urbano

Piantumare alberi porta molti benefici sia per l’uomo che per l’ambiente, il primo dei quali è l’assorbimento dell’anidride carbonica: un solo albero in 100 anni, infatti, può assorbire fino a 700 kg di CO2.Piantare alberi in città significa migliorare la qualità dell’aria, contrastando l’inquinamento atmosferico e l’effetto “isola di calore” dovuto a cemento e asfalto.

Inoltre, il verde urbano ha notevoli effetti positivi per il benessere psicologico dei cittadini, rendendo le zone urbane più vivibili e a misura d’uomo. Grazie a questo progetto vogliamo contribuire a ripensare il volto delle città, favorendo la trasformazione in smart cities sempre più green.

Il Bosco in Città a Milano: nuovi alberi grazie a E.ON Boschi

Il Bosco in Città è uno delle più affascinanti aree verdi a Milano, un vasto parco pubblico con boschi, corsi d’acqua, laghetti, orti assegnati ai cittadini, frutteti e un apiario. Un vero e proprio polmone verde, luogo di incontro e svago per molti cittadini. Con Boschi E.ON abbiamo voluto donare una nuova area alberata ai milanesi, creando un bosco di 500 nuovi alberi, che nella loro la vita utile contribuiranno all’assorbimento di circa 420 tonnellate di CO2

Fondamentale è stato il ruolo dei dipendenti E.ON: nelle ultime settimane i 500 dipendenti E.ON sono stati invitati a scegliere il “proprio albero” da piantumare utilizzando un tool online in grado di associare, attraverso un semplice test, le attitudini personali a una tra le quattro specie autoctone di cui si compone il bosco: farnia, cerro, ciliegio e frassino.

Grazie a questo intervento E.ON ha potuto contribuire all’obiettivo dell’amministrazione del Comune di Milano di piantare 3 milioni di nuovi alberi entro il 2030 in tutta la città. Come ha dichiarato Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia: “Il nuovo bosco è un incoraggiamento alla resilienza nei confronti delle difficoltà odierne, e un segno concreto dell’impegno che noi portiamo avanti insieme alla community dei nostri dipendenti, clienti e partner con l’obiettivo di generare benefici per l’intera comunità”.

Questo è già  il secondo insediamento boschivo che E.ON, con la sua iniziativa di piantumazione di alberi, ha promosso insieme ai suoi clienti nel Bosco in Città: nel 2017 sono stati 500 alberi gli alberi piantumati dall’iniziativa Boschi E.ON. Oltre a contribuire a diffondere il verde a Milano, con questi mille alberi piantumati nel Bosco in Città, in tutta la Lombardia gli alberi piantati sono circa 36.500, sia in zone urbane che cittadine.

Il “Bosco in Ufficio” nella sede di E.ON a Milano

Il nostro impegno per l’ambiente passa anche dalla cura dell’ambiente lavorativo: un altro importante traguardo del progetto E.ON Boschi è stato il “Bosco in Ufficio”, un piccolo bosco urbano di 130 alberi piantumati nella nostra sede di Milano, in via Vespucci.

Per la scelta delle piante più adatte per rimuovere gli inquinanti e assorbire la CO2 ci siamo avvalsi del nostro partner storico AzzeroCO2 che ha studiato gli alberi e gli arbusti che meglio si adattano a “mangiare lo smog”, migliorare la qualità dell’aria e ottenere benefici in termini paesaggistici. Ogni anno il nostro “Bosco in Ufficio” contribuirà l’assorbimento di circa 390 kg di CO2, mentre quello di PM10 sarà pari a 3,6 kg; inoltre, ci sarà una riduzione di ossidi di azoto – NOx per 5,8 kg e una rimozione netta di Ozono per oltre 6 kg.

Arianna e il monitoraggio dell’aria e dell’inquinamento

Nel nostro “Bosco in Ufficio” abbiamo deciso di accogliere Arianna, una pianta molto speciale che ci aiuterà a monitorare la qualità dell’aria che respiriamo. Arianna non è un semplice vaso con una pianta di Erica ma è il progetto super innovativo di Wiseair, una start up legata al Politecnico di Milano. 

Il vaso in cui si trova presenta dei fori che aspirano l’aria e un pannello solare per generare energia. Attraverso questi fori, Arianna raccoglierà dati aggiornati sulla qualità dell’aria, in particolare sul PM 2.5, ovvero la forma di inquinamento più piccola e pericolosa per la salute. Con questi dati sarà possibile scoprire il livello di inquinamento della nostra città.

Questa piccola e attiva start-up sta installando numerosi vasi Arianna, realizzando una community con più di 100 vasi, a cui se ne aggiungeranno altri 100 nelle scuole di Milano e altri in case di cittadini ed aziende, costruendo una rete di monitoraggio capillare che raccolga dati fondamentali per comprendere e combattere il fenomeno dell’inquinamento.

Un ulteriore gesto a favore di una comunità consapevole e attenta, che testimonia il nostro impegno per un mondo più pulito! 

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.