Lampadine ad alta efficienza: perché e come sceglierle

Scegliere con cura come illuminare la casa o gli uffici, pensando a rispettare l’ambiente e risparmiare sulle bollette, è tanto semplice quanto necessario. Ecco alcuni consigli utili per scegliere le lampadine più efficienti, economiche e sostenibili.

Secondo le valutazioni e le stime effettuate dall’ENEA, in Italia il settore dell’illuminazione comporta un consumo totale di energia elettrica pari a circa 50,8 TWh/anno (circa il 16% del consumo totale di energia elettrica), dei quali 6,1 TWh/anno sono utilizzati per l’illuminazione pubblica. Su questo dato, oggi è necessario e possibile intervenire attraverso soluzioni di efficientamento energetico, prima fra tutte la diffusione capillare di lampadine ad alta efficienza per le case, per gli uffici e per l’illuminazione degli spazi pubblici.

Tutti noi abbiamo familiarizzato ormai con le lampadine di nuova generazione, i vantaggi di un’illuminazione più efficiente sono infatti notevoli in termini di durata, sostenibilità e consumi. Quanti di noi hanno però sostituito integralmente le lampadine della propria casa con lampadine a LED (Light Emitting Diode)? Quanti dubbi abbiamo ancora quando dobbiamo scegliere la lampadina giusta per le stanze della nostra casa? Proviamo a rispondere ad alcune delle domande più frequenti.

Perché una lampadina a LED è più efficiente di una lampadina tradizionale?

Come funziona una lampadina ad incandescenza lo sappiamo, dentro il bulbo c’è un filamento di tungsteno che emette fotoni, ossia luce, in seguito al passaggio di corrente elettrica. La ragione per cui l’efficienza di queste lampadine è ridotta, è che l’energia prodotta si traduce in larga parte in calore e in percentuale decisamente minore in luce. L’efficienza della tecnologia a LED è legata innanzitutto alla struttura, la corrente elettrica viene trasformata direttamente in luce senza la necessità di passaggi intermedi (filamento o gas). Si tratta infatti di fonti elettroniche che emanano energia tramite il movimento di elettroni all’interno di un semiconduttore con la conseguenza che meno energia produrrà la stessa intensità luminosa. La seconda ragione riguarda invece il calore: in una lampadina a LED si genera meno calore e l’energia prodotta si traduce direttamente in illuminazione, senza dispersioni, senza sprechi e con un vantaggio in termini di risparmio e durata.

Che cosa sono i lumen?

Per scegliere la lampadina a LED più adatta alle tu esigenze devi innanzitutto pensare in lumen e non più in vase alla potenza in Watt. Se desideri una luce forte, per un locale grande, corrispondente a una vecchia lampadina a 150 watt, stai intorno ai 2.000 lumen. Tra i 500 e i 1.000 lumen, più o meno corrispondenti ai vecchi 60 watt, vanno bene per postazioni di luce non principali. Sotto i 500 lumen, vanno bene per fonti di luce decentrate, per esempio una lampada da scrivania.

Qual è il tempo di accensione?

I LED entrano a pieno regime da subito, nel caso invece delle lampadine compatte fluorescenti esiste un tempo di accensione di norma espresso in percentuale di luminosità raggiunta in un certo numero di secondi. Per esempio: 60% di luminosità raggiunto tra 10 e 100 secondi. In quest’ultimo caso l’accensione è un po’ lenta.

Quali sono le lampadine a luce calda e a luce fredda?

Il colore dell’illuminazione prodotta è un aspetto fondamentale, è molto importante quindi sapere dove leggere questa informazione e come interpretarla. Sulla confezione sono riportate anche le indicazioni sul colore della luce, l’unità di misura sono i gradi Kelvin. Tra 2.400 e 3.300 gradi Kelvin possiamo parlare di un bianco caldo, man mano che i gradi aumentano la luce tende a diventare sempre più fredda, tendente all’azzurro.

Un’offerta speciale

Si chiama “Kit di Benvenuto in E.ON ed è un’opportunità esclusiva pensata per consumatori responsabili e attenti al tema della sostenibilità energetica.

Da oggi è disponibile su Amazon un Kit composto da una lampadina a LED ad alta efficienza e da un bonus di 240 Euro per sottoscrivere le offerte di fornitura di energia elettrica e gas E.ON LuceVerde e E.ON GasVerde.

Per ciascuna delle offerte luce e gas proposte il bonus applicato in bolletta è di 120 Euro e il cliente può decidere liberamente se sottoscrivere entrambe o solamente una, collegandosi alla pagina web eon-energia.com/amazon. Il bonus di 120 Euro è rivolto anche a coloro che hanno già una fornitura luce o gas attiva con E.ON e scelgono di sottoscrivere l’altra fornitura.

Il “Kit di Benvenuto in E.ON” offre la possibilità, espressa anche dalla campagna #odiamoglisprechi, di promuovere un uso più efficiente e consapevole delle risorse e in particolare dell’energia.
E.ON LuceVerde ed E.ON GasVerde infatti uniscono la convenienza dell’offerta alla sostenibilità ambientale. E.ON LuceVerde offre la fornitura di energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili e certificata da Garanzie d’origine, mentre la sottoscrizione di E.ON GasVerde prevede la piantumazione di un nuovo albero in uno dei Boschi E.ON.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.