Giornata E.ON contro gli Sprechi

Il 13 e 14 dicembre si è svolta la quarta edizione della Giornata E.ON contro gli Sprechi, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’efficienza energetica e della lotta allo spreco. Dopo i precedenti appuntamenti, anche nel 2019 si è voluto porre attenzione ai molteplici aspetti della vita quotidiana domestica con soluzioni innovative.

Ogni anno il 13 dicembre proponiamo un evento per celebrare la Giornata E.ON contro gli Sprechi. Nel 2016 con l’azione provocativa del Palazzo Ghiacciato in piazza Moscova a Milano si è voluto rendere evidenti i piccoli sprechi che tutti facciamo ogni giorno. Nel 2017 all’Unicredit Pavilion abbiamo proposto un percorso emozionale per mettere in luce i nostri comportamenti quotidiani che contribuiscono agli sprechi e far conoscere le soluzioni per invertire la tendenza. Nel 2018, infine, il ruolo centrale è stato svolto dalla parola, in una serie di incontri, talk show e percorsi immersivi presso la Triennale di Milano.

Giornata contro gli Sprechi 2019: dove e quando

Quest’anno l’evento, gratuito e aperto a tutti, ha avuto luogo venerdì 13 e sabato 14 dicembre, presso il Castello Sforzesco di Milano, all’interno delle meravigliose Sale Panoramiche del Cortile della Rocchetta.

Il tema centrale dell’evento è stato il “nostro tempo”: sia il tempo in senso stretto ovvero legato all’urgenza di intervento, sia il tempo in senso meteorologico caratterizzato sempre più frequentemente da fenomeni estremi, segni del cambiamento climatico. È stata un’occasione coinvolgente, che ha permesso ai bambini di avvicinarsi al mondo della sostenibilità e di esprimere la loro creatività con tante attività e laboratori pensati per essere sia educativi sia divertenti.

Ecco le attività che abbiamo svolto insieme

Abbiamo deciso di dedicare la prima giornata agli studenti delle scuole primarie e secondarie, per creare un momento formativo e interattivo dedicato a loro.

Hanno avuto luogo proiezioni di video e momenti di crescita formativa dove i bambini e il loro linguaggio hanno rappresentato il cuore dell’evento dedicato alle generazioni future, perché non si è mai troppo piccoli per fare la differenza! Inoltre, a entrambe le giornate hanno partecipato LegambienteMeteo Expert e Pleiadi, società leader nella divulgazione scientifica indirizzata a bambini e ragazzi.

Le sale dell’evento sono state divise per slot tematici:

  • Area del verde: incontro e animazione dedicata ai boschi con un focus sul tema ambientale della piantumazione di alberi e al progetto di rimboschimento Boschi E.ON.
  • Area Blu: incontro e animazione con giochi sul focus del tema del mare e in particolare sull’inquinamento da plastiche, per sensibilizzare sulla situazione attuale e portare a conoscenza il progetto E.ON Energy4Blue e l’iniziativa Tartalove di Legambienteche sosteniamo e promuoviamo.

    I laboratori effettuati si inseriscono in questa suddivisione tematica:
  • Laboratorio “I polmoni verdi della Terra”: con guanti e camice i partecipanti hanno avuto la possibilità di immergersi nel mondo della biologia vegetale. Grazie al microscopio ottico i bambini hanno potuto osservare da vicino la forma delle foglie, la struttura e la funzione della clorofilla, elemento fondamentale per il processo di fotosintesi, estraendola direttamente da alcune foglie.
  • Laboratorio “L’oro blu”: un laboratorio per diffondere la consapevolezza che plastica e contaminanti emergenti stanno uccidendo i mari e colpendo fortemente la biodiversità marina. Nelle postazioni interattive i bambini si sono avvicinati al mondo dell’acqua, scoprendone proprietà e importanza. Grazie agli esperimenti pratici, inoltre, hanno approfondito il tema delle microplastiche, il fenomeno delle isole di plastica e soprattutto degli usi innovativi della plastica recuperata e riciclata.
    Questi percorsi sono stati affiancati dallo Studio Climatologi, presso cui si è tenuta una tavola rotonda di riflessione sui cambiamenti climatici dovuti al surriscaldamento globale.
    Anche SWG, società specializzata in ricerche e analisi di mercato, ha presentato un sondaggio al fine di evidenziare il livello di partecipazione e coinvolgimento degli italiani alle misure per la salvaguardia ambientale.
    Il 60% degli italiani risulta preoccupato, riconosce la gravità della situazione e l’urgenza di intervenire. Tuttavia, il 5% degli intervistati ancora sostiene non ci siano conseguenze legate al surriscaldamento globale. Questo ci motiva ancora di più a sensibilizzare le nuove generazioni su temi così pregnanti.
    Infine, i partecipanti, nello specifico bambini fino a 10 anni e genitori, hanno effettuato una suggestiva passeggiata con guida turistica sulla merlata del Castello.
    Insieme si può fare la differenza ed è importante che soprattutto le nuove generazioni si sentano parte attiva di un processo che ci vede collaborare insieme verso un futuro più sostenibile.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.