Le ricette antispreco per il menù Capodanno

Il report “'Driven to waste: food global losses on farms” emesso dal WWF e dalla catena di supermercati Tesco, ha rilevato che ogni anno, nel mondo, 2.5 miliardi di tonnellate di cibo, ovvero il 40% circa di cibo prodotto globalmente viene sprecato.

In particolare, questo cibo buttato

  • rilascia nell’atmosfera 4,8 miliardi di tonnellate di gas
  •  ha assorbito 180 miliardi m³ di acqua e oltre un milione di ettari di terreno per poter essere coltivato

Sfortunatamente, nonostante la maggior parte del cibo finisca nella spazzatura, non c'è ancora alcun controllo su come ne venga sprecato.

Ecco, quindi, che stare attenti a non sprecare il cibo può essere un ulteriore buon proposito da aggiungere alla lista del 2022.

Per farvi iniziare l’anno in modo sostenibile, vi consigliamo delle deliziose ricette antispreco adatte al cenone di Capodanno.

Per iniziare... Antipasto antispreco

Il pane raffermo non si butta mai, anzi si presta per moltissime ricette antispreco. Tre queste, vogliamo suggerire veloci e gustose polpette, ottime per far salire l’acquolina in bocca ai vostri ospiti.

Ingredienti per 16 polpette:

  • 400g di pane raffermo
  • 1 uovo
  • ½ litro di latte
  • 1 bicchiere di acqua
  • 150 g di parmigiano
  • Prezzemolo e aglio tritati
  • Sale e pepe
  • Pan grattato
  • Olio
  • ½ cucchiaino di bicarbonato

Preparazione:

Tagliamo il pane raffermo a cubetti e mettiamolo in una ciotola. Sommergiamolo da acqua e latte, lasciandolo ammorbidire per 30 minuti.

Aggiungiamo: uova, parmigiano, sale, bicarbonato, prezzemolo e aglio tritati. Se l’impasto risulta troppo molle, potete aggiungere del pan grattato.

A questo punto procediamo a impastare e creare delle palline, mettendo all’interno un cubetto di formaggio. Per creare colore a tavola, possiamo cuocere le polpette in due modi:

1.       al sugo, cuocendole direttamente nel pomodoro

2.       in pentola con un filo d’olio, dopo averle passate nel pan grattato per renderle croccanti esternamente

Qualora fosse avanzate anche carne e verdure, possono essere tritate e aggiunte all’impasto. Di certo non peccheranno di sapore.

A seguire... Primo antispreco

Gli avanzi delle verdure non sono da buttare via, ma sono perfetti per fare un brodo che ci servirà per la ricetta antispreco del primo piatto che vi vogliamo proporre: il risotto alle croste di Parmigiano e limone.

Foglie, torsoli, gambe e bucce possono essere riciclate per fare un sano brodo vegetale, che ci servirà per cuocere il riso. La crosta del Parmigiano non viene trattata, per cui può essere utilizzata in cucina.

Ingredienti:

  • 240 g di riso carnaroli
  • 100 g di croste di Parmigiano
  • 100 g di Parmigiano grattugiato
  • buccia grattata di un limone bio
  • succo di metà limone
  • vino bianco per sfumare
  • 1 scalogno
  • 1,5 litri di brodo vegetale
  • 30 g di burro

Preparazione:

Iniziamo a macinare il Parmigiano con una grattugia. Poi tagliamo la crosta in pezzi abbastanza piccoli.

In una padella, uniamo le cipolle tritate e il burro e soffriggiamo per qualche minuto a fuoco medio. Aggiungiamo il riso e facciamolo tostare per qualche minuto, fino a quando i chicchi non saranno lucidi, dopodiché aggiungiamo un po' di vino bianco e succo di limone.Lasciamo evaporare l'alcol, quindi aggiungiamo la crosta del parmigiano e circa metà del brodo caldo.

Portiamo a ebollizione e abbassiamo la fiamma. Mescoliamo per fare in modo che il riso rilasci un po' di amido e sia cremoso a fine cottura. Il tempo di cottura è solitamente compreso tra 15 e 18 minuti. Il brodo deve essere quasi completamente assorbito, altrimenti il ​​risotto risulta troppo asciutto o troppo liquido.

A cottura ultimata del riso aggiungiamo il parmigiano grattugiato e mescolate bene.

Per servirlo, aiutiamoci con un coppa pasta e guarniamo con pepe e zeste di limone.

Per concludere... Il dolce antispreco

Non possiamo, visto il periodo, non utilizzare il panettone come ingrediente per la ricetta antispreco finale.

Per piatti dolci o salati, il panettone risulta essere un prodotto versatile. La sua associazione con la crema al mascarpone è di certo quella più tradizionale, nonché vincente, ma per variare volevamo proporvi un’altra versione: pain perdu.

Una ricetta francese, in origine a base di avanzi di pane raffermo, particolarmente indicata per trattare il panettone che si è aperto, ma ha perso la sua morbidezza.

Ingredienti:

  • Panettone
  • 200 ml di latte
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di cannella
  • 50g di burro

Preparazione:

Tagliamolo a fette abbastanza spesse e mettiamolo a bagno nel latte (aggiungere la cannella). Immergiamole nelle uova sbattute, facciamo cuocere per qualche minuto in padella con del burro fuso, infine cospargiamo di zucchero e guarniamolo con marmellata o condimenti a scelta. È una ricetta semplice, ma vale sicuramente la pena provarla!

Non ci resta che augurarvi buon appetito e un felice anno nuovo!

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.