Maggior tutela e libero mercato: cosa cambia?

Mercato libero vs. maggior tutela: un piccola guida per prepararci alla completa liberalizzazione dell’energia e del gas. Le definizioni, le differenze tra le offerte e tutte le opportunità!

Dal 1° luglio 2019, come sancito dalla Legge Concorrenza, sarà ufficiale la completa liberalizzazione del mercato dell’energia, cosa significa? Significa che da quella data, saremo tutti chiamati a scegliere il nostro fornitore in base all’offerta di soluzioni di luce e gas più vantaggiose e convenienti rispetto alle nostre esigenze.
Si tratta dell’ultima, importante tappa di un lungo percorso evolutivo iniziato diversi anni fa, proviamo a ricostruirne i momenti principali così da fare chiarezza su un tema che interessa senza dubbio tutti i noi e arrivare preparati alla vigilia del 1° luglio 2019.

Un po’ di storia.

Il mercato libero, quindi la possibilità di scegliere a quale compagnia energetica affidarsi, esiste già dal 2007.
In quell’occasione, per tutti quei consumatori che allora non hanno voluto aderire al mercato libero, è stato istituito il cosiddetto “servizio di maggior tutela”: un insieme di compagnie energetiche che propongono contratti e condizioni economiche fisse e stabilite dall’Autorità Nazionale (ARERA).
Nell’estate 2017 la Legge Concorrenza è stata approvata e, in vista della completa liberalizzazione, ha predisposto una serie di azioni e passaggi preparatori per guidare i consumatori nella transizione dal mercato regolato a quello completamente competitivo.

La confusione, tuttavia, è ancora molta e diverse domande affollano la mente dei consumatori, prime fra tutte:

  • Cosa cambierà nel passaggio dalla maggior tutela al libero mercato?
  • Quale regime garantisce il risparmio maggiore?
  • Quale regime mi espone di più alle truffe?

Proviamo a dare qualche risposta, iniziando dalle definizioni più semplici.

Mercato libero, maggior tutela, tutela simile e placet: il nostro glossario

Che cos’è il mercato libero?

Per definizione è il mercato che prevede la libera concorrenza tra i fornitori di energia elettrica, nel quale il consumatore sceglie il fornitore che ha l’offerta migliore per le proprie esigenze.
Per fare una scelta consapevole, è bene ricordarlo, è opportuno non solo valutare il vantaggio economico, ma anche l’affidabilità dell’azienda, la sua storia, la sua trasparenza e proposta di valore e, in ultimo, la sua capacità di supportare e guidare il consumatore nelle fasi di passaggio.

Un’azienda come E.ON ha previsto, ad esempio, una sezione con tutte le informazioni utili per conoscere il mercato d’energia e orientarsi nelle scelte.

Clicca qui per approfondire

Che cos’è la maggior tutela?

È il servizio istituito nel 2007 per tutti coloro che al tempo non hanno voluto aderire al mercato libero. Nella maggior tutela il prezzo delle materie prime è stabilito ogni tre mesi dall’Autorità competente, in base all’andamento dei prezzi delle materie prime sui mercati.

Che cos’è la tutela simile?

Per favorire il passaggio da maggior tutela a mercato libero, ARERA ha predisposto alcune misure di supporto al consumatore, una di queste è la tutela simile. Si tratta di un regime pressoché identico alla maggior tutela, ma con più fornitori di riferimento. La tutela simile è una soluzione disponibile da gennaio 2017 e ha durata 12 mesi, è stata pensata per privati e piccole imprese che non hanno lasciato la maggior tutela, ma sono interessati all’opportunità di sperimentare una forma di offerta più vicina a quelle del mercato libero, in condizioni di trasparenza, semplicità e in un contesto di fornitura sorvegliata dall’Autorità stessa.

Che cos’è l’offerta PLACET?

Dal 1° gennaio 2018 tutti i venditori di elettricità e gas del mercato libero devono obbligatoriamente inserire tra le proprie offerte anche la PLACET, cioè un’offerta predefinita rivolta a famiglie e piccole imprese, a condizioni contrattuali prefissate definite dall’Autorità, ma a prezzi liberamente stabiliti dal venditore, in accordo ad una struttura chiara e comprensibile.

Quali sono i vantaggi del libero mercato?

  • Maggior numero di fornitori significa diversificazione e maggior numero di offerte concorrenti.
  • Rispetto all’offerta unica della maggior tutela, il mercato libero offre opportunità di risparmio e ciascun fornitore può prevedere servizi aggiuntivi da proporre ai clienti insieme alla fornitura di energia.
  • Offerte bloccate: tutte le offerte devono prevedere un prezzo fisso per almeno 6 mesi o un anno.

Si è più esposti alle truffe con il mercato libero?

Questa è una delle paure più diffuse, ma è bene sapere che anche nel mercato libero il consumatore è tutelato dai controlli e dalla presenza dell’Autorità. Il mercato libero è grande e il numero di fornitori elevato e in crescita, per evitare di incorrere in truffe, il consiglio è scegliere con cura il proprio fornitore, privilegiando aziende consolidate, con un ampio portafoglio di offerte e soprattutto capaci di offrire un servizio di assistenza trasparente e sempre adeguato alle domande e alle esigenze dei consumatori.

Quali tutele sono previste per chi passa al libero mercato?

La legge stabilisce una serie di attività a carico dell’Autorità per cercare di traghettare tutti coloro che sono ancora nel servizio di tutela. In particolare, allo scopo di rendere più facile la comparazione delle offerte del mercato libero, è prevista la realizzazione, entro cinque mesi dall’entrata in vigore della legge, di un portale informatico per la pubblicazione delle offerte presenti sul mercato di vendita al dettaglio di energia elettrica e anche del gas. Inoltre, trascorsi sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge, i fornitori di energia elettrica o gas presenti sul mercato italiano dovranno fornire almeno una proposta di offerta di fornitura di energia elettrica o gas a prezzo variabile e almeno una a prezzo fisso PLACET.

Niente panico, insomma, il passaggio al mercato libero sta avvenendo in modo graduale e le aziende leader sul mercato stanno accompagnando i consumatori verso scelte sempre più consapevoli e libere.

Consapevoli delle confusioni e dello smarrimento diffusi, in E.ON collaboriamo con le associazioni dei consumatori e abbiamo attivato tutti i canali utili a garantire supporto e assistenza trasparenti e affidabili.

Clicca qui per saperne di più e conoscere tutte le offerte

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.