L’identikit del viaggiatore a impatto zero

Si sposta a piedi o in bicicletta, in spalla uno zaino leggero e a energia solare per ricaricare ovunque i suoi dispositivi, evita le rotte del turismo di massa e viaggia sempre low cost! La guida pratica per chi vuole fare vacanze green.

Il turismo sostenibile è un modo di viaggiare alternativo e contrapposto al turismo di massa. Questa caratteristiche rende il viaggiatore a impatto zero un visitatore consapevole e responsabile, che adotta una serie di comportamenti che si focalizzano sul rispetto della natura, dell’ambiente e della popolazione del territorio che visita.

Scegliere la meta giusta

Tutto inizia qui, quando si comincia a fantasticare sulla destinazione.
Il viaggiatore a impatto zero esclude mete lontane, raggiungibili solo con più mezzi di trasporto, probabilmente costosi e inquinanti, per una visita “mordi e fuggi”, lunga il tempo di un selfie dal panorama mozzafiato. Nella scelta della destinazione il turista sostenibile presta una grande attenzione anche al tipo di strutture ricettive presenti sul territorio, privilegiando quelle a basso impatto ambientale.

Il viaggiatore a impatto zero sceglie i percorsi alternativi, i cammini e i tour cicloturistici meno frequentati dal turista tradizionale. Nel suo itinerario da turista responsabile non può mancare la visita a oasi e riserve naturali, luoghi in cui può ricaricare le energie e riprendere possesso del contatto con la natura. Il viaggiatore a impatto zero si integra con gli usi e costumi del territorio in cui si trova: mangia prodotti locali e a chilometro zero e acquista i souvenir solo dai produttori autoctoni, per favorire la diffusione e la crescita dell’artigianato del luogo.

Preparare la valigia

Quali sono invece le caratteristiche della valigia del viaggiatore a impatto zero? Il bagaglio sostenibile è sicuramente leggero e contiene solo ciò che è veramente indispensabile: il sovraccarico di cose inutili è contro la filosofia green! Al suo interno non potranno mancare prodotti ecologici e biologici, come shampoo, oli essenziali disinfettanti naturali. Anche un libro a tema sostenibilità e impatto zero, come ad esempio “Cicloturismo per tutti”, troverà sicuramente posto nella valigia del turista responsabile.

Viaggiare a impatto zero non significa privarsi di tutto e andare alla ventura. Il vero turista responsabile non rinuncerà alla tecnologia, anche se i suoi accessori saranno green. Ecco quindi che nella valigia sostenibile possiamo trovare diversi gadget a energia solare: dal fornello per cucinare al ventilatore, dalla tenda da campeggio alla lanterna, senza dimenticare il caricabatterie per smartphone e tablet, il tutto alimentato da piccoli pannelli solari che garantiscono il risparmio energetico ed energia pulita sempre a disposizione.

Come si sposta

Automobili, scooter e mezzi inquinanti sono veicoli opposti alla filosofia di spostamento del turista sostenibile. Quest’ultimo infatti predilige scoprire il territorio muovendosi a piedi, attraverso percorsi alternativi di trekking immersi nella natura. Se dovesse avere bisogno di un mezzo di trasporto che non siano le proprie gambe, il viaggiatore a impatto zero preferirà la bici, sposando la filosofia “slow” che caratterizza il cicloturismo. In particolare, il turista sostenibile predilige biciclette elettriche, perché sono dei mezzi di trasporto ecologici, che non inquinano, consumano poca energia elettrica e hanno bassi costi di gestione.

Noi di E.ON abbiamo realizzato una serie di soluzioni per favorire la crescita e lo sviluppo dell’e-mobility, per un futuro in

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.