Una ragazza controlla la ricarica elettrica della propria auto, aiutandosi con lo smartphone

Più mobilità elettrica con le colonnine di ricarica condominiali anche nel 2024

La mobilità elettrica rappresenta uno degli strumenti più efficaci per rendere concreta la transizione energetica, il passaggio dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili. La riduzione delle emissioni dei gas serra e delle polveri sottili e la conseguente lotta ai cambiamenti climatici dipendono in parte anche dal nostro modello di mobilità su strada. Supportare un nuovo modo di guidare con l’e-mobility significa anche rendere più semplici, sicure ed efficaci le operazioni di ricarica. A cominciare dalla disponibilità delle colonnine di ricarica nei pressi delle nostre abitazioni, in particolare dei condomìni. Una necessità che in E.ON abbiamo individuato da tempo e che vogliamo soddisfare con offerte mirate.

Va anche sottolineato che le normative, europee e italiane, indicano ormai molto chiaramente la direzione. Da una parte il Parlamento Europeo ha approvato l’accordo sulla riduzione delle emissioni di CO2 per gli autoveicoli e i veicoli commerciali leggeri, rendendo di fatto obbligatoria la vendita di veicoli elettrici nuovi a partire dal 2035. Dall’altra, nel nostro Paese è stato confermato anche per il 2024 il bonus colonnine domestiche, destinato all’acquisto e all’installazione di sistemi di ricarica per auto elettriche da parte di privati (persone fisiche) e condomìni. Gestito da Invitalia e promosso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, si tratta di un incentivo già applicato nel biennio precedente.

Avere la possibilità di ricaricare la propria auto elettrica negli spazi condominiali, mentre siamo a casa, rappresenta una grande comodità e un’ulteriore spinta verso l’adozione di un modello di mobilità diverso, più attento all’ambiente.

Che cosa prevede l’incentivo per le colonnine di ricarica condominiali?

I privati e i condomìni che effettueranno lavori per l’installazione di colonnine di ricarica nel 2024, e presenteranno regolare domanda, avranno un rimborso in forma di contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili. In pratica, non sono previsti né il pagamento degli interessi né la restituzione del capitale.

Il contributo copre fino a un massimo di 1.500 euro per gli utenti privati e fino a 8.000 euro per i progetti condominiali. Quali sono le spese ammissibili? Sulla base della documentazione relativa ai contributi già erogati o in fase di erogazione per gli anni 2022 e 2023, le spese sono le seguenti.

  • I lavori sull’impianto elettrico.
  • Le opere edili.
  • Gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio.
  • Le spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi.
  • I costi per la connessione alla rete elettrica, con attivazione di un nuovo Pod, Point of delivery.

Il valore dell’incentivo non è soltanto economico, poiché rappresenta anche un vero e proprio incoraggiamento ad adottare l’e-mobility. Si tratta, infatti, di una misura che punta a sensibilizzare i cittadini verso la mobilità elettrica. Se la propria abitazione e il proprio condominio diventano più “friendly” rispetto alla ricarica dei veicoli, possono crescere sia la diffusione dell’e-mobility che la consapevolezza dei suoi vantaggi.

Il ruolo degli amministratori di condominio rimane fondamentale per la diffusione delle wallbox condominiali. Sono loro che possono coinvolgere e responsabilizzare i condòmini, rispetto a una scelta che va decisa nella direzione della sostenibilità ambientale. E sono loro che meglio di chiunque altro possono illustrare tutti i benefici pratici ed economici delle stazioni di ricarica negli spazi comuni, spiegare le modalità di finanziamento, gestire gli incarichi dei tecnici e definire le modalità di utilizzo delle colonnine nell’interesse degli utilizzatori.

Make Italy Green, al fianco dei condomìni

 

In E.ON da anni crediamo che i condomìni rappresentino un mercato cruciale per le scelte energetiche del futuro, sia per il fabbisogno degli edifici che per un nuovo modello di mobilità elettrica. Per questo siamo al fianco degli amministratori e li supportiamo in tutte le principali decisioni. In particolare, con le soluzioni condominiali per l’e-mobility E.ON DriveSmart.

I nostri tecnici sono a disposizione per sopralluoghi, progetti e consulenze burocratiche. Oltre all’installazione delle colonnine, dei collegamenti e della fornitura di energia elettrica, forniamo inoltre tutti gli strumenti che servono per monitorare i consumi, bilanciare la potenza di ricarica e gestire i pagamenti attraverso card contactless personali. Perché per rendere l’Italia più verde serve un vero servizio chiavi in mano, anche quelle delle auto!

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Per ricevere la nostra Newsletter, registrati all'Area
Riservata ed entra nella Green Community E.ON;
potrai condividere le news e collezionare così
ecoPoints per ottenere premi e sconti.