Quali sono i green jobs più ricercati e popolari?

In ambito economico nazionale e internazionale i green jobs stanno assumendo un’importanza sempre maggiore, e diventando per le aziende un asset competitivo rilevante

Nell’ambito di nuove attività emergenti, i green jobs rappresentano una grande opportunità sia per i giovani che per i professionisti del settore. La green economy sta infatti assumendo una posizione sempre più rilevante nel mondo lavorativo, anche e soprattutto a livello internazionale. Dal settore agroalimentare, a quello delle biotecnologie, passando per l’area forestale e commerciale, i lavori green sono un asset importante nell’ecosistema economico mondiale. Ma quali sono i green jobs più ricercati e popolari?

Green jobs, perchè sono importanti nell’economia globale?

Con il termine green jobs vengono designati i “lavori verdi”, ovvero tutte quelle figure professionali che ruotano attorno ai servizi e alle industrie focalizzate sull’ecologia e la tutela dell’ambiente. In questo periodo, in particolare, i lavori green stanno assumendo una rilevanza e un’importanza sempre maggiori, legate allo sviluppo di una sensibilità crescente verso i comportamenti etico-ambientali che si adottano. I green jobs hanno infatti l’obiettivo di contribuire alla tutela dell’ambiente e alla riduzione dell’impronta ecologica di cittadini e imprese.

I lavori verdi si possono classificare come un’evoluzione di professionalità più tradizionali, come ingegneri, elettricisti e architetti, che possono convertire le loro competenze a favore della sostenibilità ambientale. A questi lavori “classici” si affiancano nuove attività emergenti: installatori di impianti fotovoltaici, venditori di tecnologie low emission, esperti di efficienza energetica, energy manager e responsabili di parchi eolici sono solo alcuni esempi delle nuove professionalità ricercate nel mondo lavorativo.

Quali sono i green jobs più ricercati e quali le stime di crescita di questo settore?

Secondo il rapporto dell’ONU intitolato “Green jobs: towards decent work in a sustainable, low-carbon world” il mercato green ha delle enormi potenzialità: entro il 2020 il settore mondiale dei prodotti e servizi ambientali è destinato a raddoppiare, passando da 1.370 a 2.740 miliardi di dollari all’anno. In questo senso anche i green jobs seguiranno un andamento simile. Il settore delle energie rinnovabili, ad esempio, arriverà nel 2030 a superare i 20 milioni di posti di lavoro. La metà dell’indotto complessivo, poi, riguarderà i compartimenti dell’efficienza energetica, dell’approvvigionamento idrico, del trasporto sostenibile e della gestione dei rifiuti.

Secondo il rapporto di GreenItaly 2017 poi, l’Italia si sta sempre di più interessando alle nuove professioni green: dal 2011 a oggi infatti, 355 mila aziende hanno investito in tecnologie verdi, al fine di ridurre l’impatto ambientale e risparmiare energia. È il settore manifatturiero quello che va meglio, con una crescita del 38%. Dal rapporto emerge che i lavori green più ricercati sono gli ingegneri energetici, gli agricoltori biologici, gli esperti di acquisti verdi, i tecnici o installatori di impatti termici a basso impatto. La maggiore attenzione verso i green jobs è legata anche a un fattore strategico: la green economy si rivela infatti per le aziende un fattore di maggiore competitività, crescita dell’export e del fatturato. Questo porta come conseguenza l’aumento dell’occupazione, e quindi, un miglior flusso economico.

Scopri tutte le soluzioni pensate da E.ON per migliorare l’efficienza energetica e ridurre gli sprechi di piccole e medie imprese.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.