Carbon Footprint: cos’è e progetti per ridurla

Oggi le aziende, come ognuno di noi, hanno la responsabilità di impegnarsi per ridurre il proprio impatto ambientale e compiere scelte sostenibili che riducono le emissioni di gas serra, a favore della salvaguardia del Pianeta.

In quest’ottica si sente sempre più spesso parlare di Carbon Footprint di aziende e prodotti, e sempre più consumatori identificato questo concetto come indice di qualità e sostenibilità, che dona affidabilità e awareness ai brand che lo perseguono.

Carbon Footprint: cos’è

La Carbon Footprint – impronta di carbonio o impronta ecologica – è una misurazione che esprime la quantità di emissioni di gas a effetto serra che vengono generate durante la vita di un prodotto, servizio o di un’intera organizzazione, azienda e individuo. Viene espressa in tonnellate di CO2 equivalente, una misura che esprime l’impatto sul surriscaldamento globale dei gas serra rispetto alla stessa quantità di anidride carbonica. 

Oggetti o processi produttivi e aziende intere: tutto ha un impronta ambientale determinata, sia di acqua che di gas inquinanti. L’impronta di carbonio in particolare ci permette quindi di capire la quantità di emissioni di CO2 che un certo un oggetto che compriamo – o servizio che decidiamo di usufruire – emette in atmosfera; questo comprende sia le emissioni dirette nel processo di produzione, sia tutte quelle che indirettamente vengono coinvolte.

Carbon Footprint: perché un business dovrebbe conoscerla

Possiamo dire che la Carbon Footprint indica, di fatto, l’effetto che un prodotto o un’organizzazione ha sul clima e sul surriscaldamento globale. Ecco perché è fondamentale che soprattutto aziende e organizzazioni riescano a comprendere quale sia la loro impronta ecologica, oltre che quella dei loro singoli prodotti. Ciò non solo per diventare coscienti del proprio impatto ambientale, ma anche per poter gestire al meglio i processi produttivi e aumentare laddove possibile la loro sostenibilità. 

Fermare il surriscaldamento globale è fondamentale, ecco perché i il quadro per le politiche europee sull’energia e sul clima 2030 ha fissato degli obiettivi precisi:

  • riduzione del 40% delle emissioni a effetto serra (rispetto al 1990) 
  • raggiungimento della quota di energie rinnovabili al 27% 
  • miglioramento del 27% dell’efficienza energetica 
  • riduzione del 30% delle emissioni di CO2 (rispetto al 2015)

L’obiettivo a cui tutti dovremmo aspirare è la carbon neutrality, cioè l’azzeramento del nostro impatto climatico. Si raggiunge con un bilanciamento tra emissioni di gas serra prodotte e quelle assorbite. Soprattutto per i business questo è possibile attraverso la riduzione dell’impatto climatico e ambientale attraverso scelte sostenibili e progetti di compensazione: in una parola, la riduzione della Carbon Footprint. 

Calcolo dell’impronta ecologica

È fondamentale come prima cosa calcolare l’impronta ecologica del prodotto e dell’azienda, in modo da capire quale sia il suo impatto in termini di CO2 equivalente. Come stabilito da diverse normative esistono diversi tipi di calcoli, tra le quali:

Dopo aver fatto queste misurazioni necessario effettuare varie misurazioni, a partire dalle emissioni di gas a effetto serra come anidride carbonica, metano, azoto ed altri (indicati tutti nel Protocollo di Kyoto). Queste, le emissioni dirette, vanno inserite in un inventario che indica quale sia l’effettiva entità delle emissioni: questo valore può essere paragonato e all’inventario nazionale della Carbon Footprint – presente sul sito della United Nations Climate Change (UNFCCC).

Progetti per ridurre l’impronta di carbonio

Calcolare l’impronta di carbonio della propria azienda e dei prodotti è solo il primo passo di un percorso che porta alla riduzione dell’impatto ambientale per raggiungere la sostenibilità. Noi di E.ON non vogliamo solo dare energia al tuo business, ma vogliamo essere un punto di riferimento per tutte le realtà che vogliono far diminuire la propria Carbon Footprint

Vogliamo aiutare tutti i professionisti a vincere questa sfida per l’ambiente: ecco perché abbiamo messo a disposizione il nostro team di esperti che verrà direttamente nella tua azienda per una valutazione e l’ideazione di un progetto che porti a soluzioni energetiche integrate. Questo permetterà di ridurre i costi energetici, ottimizzare gli impianti esistenti o aggiornarli con soluzione nuove: garantirà quindi un miglioramento della performance ambientale dell’azienda, del singolo prodotto o di intere linee.

Sono molte le innovazioni che offriamo: dall’installazione dei pannelli fotovoltaici per ridurre le emissioni fino ottimizzazione dei processi produttivi grazie alla congedazione. I nostri clienti poi possono supportare nel concreto al nostro progetto di riforestazione E.ON Boschi, che garantisce la soluzione delle emissioni, con la quale viene garantito il riassorbimento dei gas che i processi di produzione immettono in atmosfera.

Scopri come ridurre la tua impronta di carbonio con E.ON! Oltre ai benefici ambientali, i processi produttivi verranno migliorati e ciò porterà a risparmi economici e riduzione dei consumi

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.