Piante anti inquinamento da tenere in casa

Le piante possono migliorare notevolmente la qualità dell’aria che respiriamo tra le pareti domestiche. Anche se non ce ne accorgiamo, le nostre case ospitano infatti numerose fonti di inquinamento e l’aria che respiriamo, di conseguenza, ne risente.

Mai sentito parlare di piante anti inquinamento?

Spesso si sente parlare di smog e di innalzamento dei livelli di polveri sottili PM10, tali da richiedere interventi di sospensione del traffico su strada. Con meno frequenza però, ci si sofferma a pensare all’aria insalubre che si può respirare all’interno delle proprie abitazioni o nei luoghi di lavoro.

In generale, esistono piante come l’acero riccio, il tiglio selvatico, l’olmo che, oltre a essere gradevoli e decorative, permettono di ridurre l’inquinamento atmosferico assorbendo enormi masse di anidride carbonica.

Sempre di più si cerca di investire in soluzioni innovative di bioarchitettura, per coniugare esigenze pratiche e rispetto per l’ambiente. In Cina addirittura, dove i tassi di inquinamento ambientale hanno raggiunto livelli insostenibili, ci si orienta verso progetti innovativi di riqualificazione come la città foresta a Liuzhou per opera dello studio italiano di Stefano Boeri Architetti. Un progetto esemplare di sostenibilità ambientale.

Esistono delle piante da tenere in casa per purificare l’aria?

Anche se forse sono meno note, esistono alcune tipologie di piante che possono svolgere questo prezioso compito di “purificazione”, e che grazie alle dimensioni ridotte sono particolarmente adatte a essere inserite negli uffici e negli appartamenti.

Scegliere correttamente il nostro “arredo verde”, permetterà di arricchire la casa o la scrivania con piante gradevoli, che all’estetica aggiungono le benefiche capacità Cattura-Smog.

Benefici delle piante in casa

Parlare di piante mangia smog è limitativo rispetto ai diversi benefici che i vegetali apportano tra le mura domestiche.

Le fonti di inquinamento indoor sono molteplici: fumo, formaldeide, detergenti e disinfettanti per la pulizia, alcune sostanze contenute negli incensi o nelle candele, insetticida, spray anti-tarme o le già citate polveri sottili.

Le piante anti inquinamento non solo producono ossigeno assimilando allo stesso tempo anidride carbonica, esse inoltre assorbono e rimuovono le particelle chimiche volatili. Alcune specie, come la Tillandsia, sono persino in grado di intervenire in campo elettromagnetico, arginando le cariche elettrostatiche.

Quali sono le piante da tenere in casa per pulire l’aria?

Le piante anti inquinamento e mangia smog sono numerose: ecco una lista di quelle da tenere in casa per purificare l’aria.

  • Aloe: una pianta che ama la luce e richiede poca acqua. È in grado di filtrare benzene e formaldeide che possono essere presenti nelle tappezzerie, colle per moquette o fotocopiatrici. Adatta pertanto a essere riposta anche negli spazi di lavoro.
  • Pianta ragno: perfetta sia per l’ufficio, sia per la casa. Ha un bell’aspetto e cresce velocemente senza necessitare di cure eccessive e di essere innaffiata di frequente. Talvolta capita di vederla appesa in cesti sospesi e, con un po’ di fortuna, si possono notare i bei fiori bianchi.
  • Lingua di suocera: nonostante il nome irriverente, è una pianta da interni capace di donare soddisfazioni. Può essere posizionata in camera da letto o in bagno perché non ha bisogno di fonti intense di luce. Rilascia ossigeno di notte convertendo l’anidride carbonica e al contempo rimuove oltre un centinaio di diversi agenti inquinanti, tra cui il monossido di carbonio.
  • Edera: tutte le tipologie di questo rampicante sono indicate per ridurre la polvere, oltre che per rimuovere benzene e formaldeide. Cresce bene in ambienti interni, in particolare l’edera inglese.
  • Ficus benjamina: richiede qualche attenzione e cura in più rispetto ad altre piante, ma oltre a diventare incantevole ha il vantaggio di debellare quotidianamente le tossine.

Tutelare la nostra salute vuol dire anche prendersi cura dell’ambiente che ci circonda. Puoi provare anche tu a essere protagonista di questo cambiamento, e se desideri saperne di più sulle opportunità della conversione energetica e accedere ai vantaggi della riqualificazione contatta i consulenti E.ON che possono studiare con te un piano personalizzato.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.