Essere mamma oggi, una questione di energia

Chi meglio di una mamma può raccontarci i piccoli trucchi quotidiani per una vita all’insegna del risparmio energetico? In esclusiva per il nostro Magazine, la testimonianza di Lucia, blogger di BlogMamma.it!

La vita con i figli adolescenti è un gran dispendio di energia. Chi come me ha figli teenager non potrà che essere d’accordo.

Quanta energia dedica una mamma a ricordare ai propri figli di mettere a posto o sistemare ciò che loro non mettono in ordine? Tanta, troppa!

Quando erano piccoli pensavo che fosse quello il momento in cui i figli richiedono più impegno. Mi sbagliavo. Ci si stanca di meno, perché la notte si dorme, ma l’energia di cui ho bisogno, anche solo per riuscire a capire il mondo “teen”, è tutta un’altra cosa 

Come possiamo insegnare ai nostri figli il risparmio di energia?

Gli adolescenti sono così, ma c’è un ampio margine di miglioramento, o almeno lo spero. E quindi ho deciso da tempo che avremmo almeno potuto provare a risparmiare sull’energia elettrica e sul gas, sul resto c’è ancora tanto lavoro da fare…

Lasciano accesa la luce della loro camera e scendono in sala? Li chiamo, li faccio salire e chiedo loro di spegnerla.

Stanno ore sotto la doccia, sprecando acqua calda? Ho inventato una sorta di gara tra chi riesce a fare tutto in meno tempo. Nel frattempo, però, mi sto anche ingegnano per trovare soluzioni tecnologiche ed efficienti che mi consentano di ottimizzare i consumi, come ad esempio l’utilizzo di una caldaia di ultima generazione.

Le magliette e le felpe del giorno prima finiscono subito a lavare? No, la regola è che debbano essere pulite solo se sono realmente sporche. Se sono stropicciate perché la sera prima sono state appallottolate in fondo al letto, si indossano così.

Ai primi caldi vorrebbero subito accendere il condizionatore e tenerlo a temperature polari? Per prima cosa si prova a creare corrente con le finestre aperte e poi si passa alle soluzioni che possono richiedere un consumo di energia. Il climatizzatore, per esempio, è una soluzione efficace, ma anche sostenibile sia per l’ambiente che per le nostre tasche!

Risparmiare energia significa dare il buon esempio

In generale sono convinta che per riuscire a far capire ai miei figli come risparmiare energia, la prima cosa sia quella di dare il buon esempio. E quindi sono io la prima a fare attenzione a non lasciare luci accese, a far andare a pieno carico lavatrice e lavastoviglie, a cuocere in forno più cose per sfruttare il calore, a utilizzare l’acqua calda della pasta per sciacquare subito la padella in cui ho fatto cuocere il sugo, a tenere una temperatura in casa che non superi i 20 gradi.

Questo per quanto riguarda elettricità e gas, ma come educarli a risparmiare le energie riguardo alle cose da fare? Forse è ancora più dura: significa riuscire ritagliarci del tempo per fare le cose che ci piacciono.

Se sei una mamma smart e attenta all’energia che consumate in famiglia, scopri il mondo di eon-energia.com!

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.