Come risparmiare sul riscaldamento in inverno

Con l’arrivo dei primi freddi è buona prassi tenere sotto controllo il risparmio energetico del proprio sistema di riscaldamento. Ecco alcuni consigli per ottimizzare i consumi e ridurre i costi in bolletta

Con il ritorno dell’inverno si riaccende l’attenzione sul riscaldamento, sia per quanto riguarda i consumi energetici e la sostenibilità ambientale sia in merito al risparmio in bolletta. Evitare di disperdere energia e ottimizzare il sistema per riscaldare casa permette, non solo di fare del bene all’ambiente, ma anche di ridurre i costi. Ecco i nostri consigli e accorgimenti per migliorare l’efficienza del proprio sistema di riscaldamento, senza rinunciare al tepore delle mura domestiche.

Come risparmiare sul riscaldamento, l’importanza della manutenzione della caldaia

La caldaia è il principale strumento utilizzato per riscaldare la casa. Proprio per questo motivo è fondamentale, soprattutto nel periodo invernale, provvedere a una attenta manutenzione. Il controllo periodico servirà a garantire la sicurezza dell’impianto da una parte, e a ridurre inutili sprechi di calore ed energia dall’altra. I malfunzionamenti della caldaia possono essere, infatti, una notevole fonte di consumi impropri, che generano di conseguenza un aumento dei costi in bolletta.

La manutenzione e pulizia dei sistemi per riscaldare la casa è regolamentata dal D.Lgs 311/06, mentre il controllo dell’efficienza energetica del proprio apparecchio di riscaldamento è soggetto al D.P.R. 74/2013, che prevede la presenza di un libretto di impianto e climatizzazione per tutte le caldaie e i climatizzatori. In base a quanto disciplinato dalla legge, sono previsti:

  • controlli ogni due anni nel caso di impianti termici a combustibile solido o liquido;
  • controlli ogni quattro anni per caldaie a GPL o metano;
  • controlli annuali nel caso di sistemi di riscaldamento con potenza superiore a 100 KW o che non vengono alimentati a gas, e per impianti centralizzati a livello condominiale.
Valvole termostatiche, alleate per il risparmio energetico

Un’altra soluzione per risparmiare sul riscaldamento consiste nel dotare l’impianto di valvole termostatiche. Queste sono dei dispositivi che vanno installati direttamente sui caloriferi e che permettono di regolare il consumo dell’acqua calda usata per il riscaldamento degli ambienti. Le valvole termostatiche intelligenti consentono di suddividere l’impianto in diverse zone di riscaldamento indipendenti, gestibili in modo automatico in base alla propria posizione. Parlando di risparmio, la sostituzione di una valvola manuale con una termostatica permette di ridurre fino al 15% le spese legate all’impianto di riscaldamento. Per diminuire ulteriormente i costi la bolletta è importante controllare anche la temperatura dell’acqua, che non deve sempre necessariamente essere superiore ai 60 °C.

Regolare la temperatura per riscaldare la casa in modo efficiente

Grazie alle valvole termostatiche è dunque possibile tenere sotto controllo la temperatura degli ambienti. Quest’ultimo è un elemento fondamentale da tenere in considerazione quando si parla di risparmio energetico in casa durante i mesi invernali.

Se la normativa prevede che la temperatura ideale da tenere in casa sia 20°C, con un range tra i 18 e i 22°C, in salotto e cucina può essere mantenuta intorno ai 20°C. In camera da letto è invece sufficiente impostare il termostato sui 18 °C. Anche in ufficio la temperatura ideale è compresa fra i 18 e i 20 °C, considerando che, dopo circa mezz’ora che una persona si trova in una stanza, gli ambienti si riscaldano di circa 1-2 °C.

Per ridurre al minimo gli sprechi è bene impostare una temperatura ridotta o eventualmente spegnere la caldaia quando ci si assenta per lasso di tempo prolungato. È importante, in questo caso, considerare che ogni grado in meno impostato sulla caldaia si traduce in un risparmio sui consumi di combustibile compreso fra il 5 e il 10%. Per garantire in casa la giusta temperatura, la soluzione migliore è dotarsi di un termostato intelligente, che consente di gestire in autonomia il sistema di riscaldamento. Questo strumento permette di abbassare la temperatura quando non si è in casa, e di rialzarla non appena si sta per tornare.

Riscaldare la casa attraverso l’isolamento degli edifici

Gli spifferi sono i nemici del risparmio sul riscaldamento. La dispersione di calore può essere limitata intervenendo su finestre e infissi: inserire materiali isolanti fra i muri esterni e i caloriferi e installare doppi vetri, permette di avere un risparmio sia in termini economici che energetici. Anche ostacoli fisici influiscono sull’efficienza dell’impianto di riscaldamento: lasciare le tende aperte davanti ai caloriferi e non coprire i termosifoni permette la corretta circolazione dell’aria, con un conseguente risparmio di energia e in bolletta.

Quando inizia a fare buio poi, il consiglio è quello di abbassare fino in fondo le tapparelle, così da non perdere il calore accumulato durante la giornata.
Questi piccoli accorgimenti, utili per l’isolamento degli edifici e per evitare di disperdere energia, permettono di risparmiare fino al 40% sulla spesa per il riscaldamento.

Con E.ON creare il clima ideale per la tua casa diventa più semplice: soluzioni all’avanguardia e consulenza continuativa ti aiuteranno a gestire al meglio il tuo sistema di riscaldamento.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.