Climatizzatore in casa: tutto quello che occorre sapere prima di installarlo

Una temperatura gradevole e un’atmosfera fresca e ventilata sono in grado di trasformare un’abitazione in una casa confortevole. Soprattutto in estate, l’aria condizionata è una vera e propria ancora di salvezza per affrontare le temperature elevate con agio e comfort.

Ma quando comprare il climatizzatore? Dove montarlo? Ma soprattutto quanto consuma? Scopriamo insieme i vantaggi, i consumi e le offerte E.ON per rinfrescare la tua casa.

Quando comprare il climatizzatore: la stagione giusta per risparmiare

È importante non farsi cogliere impreparati dal caldo estivo evitando acquisti dell’ultimo momento, e programmare l’acquisto per tempo. Nei mesi estivi infatti si rischia di incorrere nell’incremento dei prezzi, per questo abbiamo sviluppato una Promo Estate per E.ON ClimaSmart Condizionatore, che ti permette di avere il fresco a partire da soli 8,15€ al mese grazie alla Cessione del Credito del 65% (*) e in più fino a 100€ di Bonus in bolletta(**) in 24 mesi attivando anche un’offerta luce.

Come funziona il climatizzatore di casa: tipologie e vantaggi

I climatizzatori portano sollievo rinfrescando e deumidificando l’ambiente circostante. Sono molte le tipologie presenti sul mercato ma il funzionamento di base è molto simile. I condizionatori si servono di un liquido refrigerante che evapora sfruttando l’aria calda presente in una stanza, rinfrescando così l’ambiente. Lo stesso fluido dovrà poi rilasciare il calore assorbito, grazie a delle tubature specifiche che portano il liquido nell’unità esterna del condizionatore.

A partire da questo semplice meccanismo sono diverse le tipologie di climatizzatori presenti sul mercato:

  • Portatili
  • Split fissi
Portatili

Esistono alcuni climatizzatori portatili come gli split portatili o i monoblocco, che aspirano l’aria calda dalla stanza e la gettano fuori. Questi modelli sono però meno consigliabili dal punto di vista energetico: consumano molta energia, sono spesso rumorosi e rinfrescano poco se confrontati ad altre tipologie di condizionatori. Buttano fuori il calore attraverso dei tubi che, passando per la finestra aperta, facendo diminuire l’effetto rinfrescante.

Split fissi

I modelli più consigliati sono i condizionatori a split fissi, che hanno un elemento interno montato in una parete interna alla casa e un compressore esterno, evitando così di dover tenere la finestra aperta. Molti di questi inoltre sono dotati di un sistema inverter, in grado di mantenere una temperatura fissa prestabilita e consumare meno energia. Esistono poi i condizionatori multi-split che collegano diversi split a un unico compressore: il vantaggio di questa tipologia è la possibilità di decidere quali temperature avere in diverse stanze. I migliori split sono quelli dotati di pompa di calore: durante l’inverno, infatti, possono essere usati per riscaldare l’ambiente domestico.

Quanto consuma un climatizzatore?

Il consumo di un climatizzatore dipende da molti fattori. Il primo elemento fondamentale è la classe energetica: più alta sarà e maggiore sarà il risparmio. Per questo noi di E.ON proponiamo solo climatizzatori split di classe  A+++ e A++. Un bene per la vostra bolletta ma anche per l’ambiente.

Un altro fattore in gioco riguarda l’uso effettivo che si fa del condizionatore, ovvero quante ore viene usato e in che modo. È consigliabile infatti tenerlo acceso per periodi limitati di tempo, ottimizzando i consumi e l’utilizzo. La nostra offerta E.ON Clima Smart, grazie alla tecnologia Wi-Fi e l’app dedicata, permtte una gestione più efficiente in termini energetici. Infine, è importante che la coibentazione della casa sia adeguata: un corretto isolamento termico consentirà di avere minore necessità di utilizzo del climatizzatore.

Ci sono poi alcuni semplici consigli per ridurre gli sprechi e accrescere il rendimento. Per esempio chiudere sempre le finestre in modo da trattenere il fresco all’interno di casa. È importante tenere aperte le porte delle stanze che si vogliono rinfrescare e chiudere quelle inutilizzate. Infine, ombreggiando adeguatamente le finestre dove batte il sole con tende, persiane o scuri contribuirà a fare la differenza.

Dove posizionare il climatizzatore?

L’efficienza di un climatizzatore dipende anche dalla sua posizione. Lo split non deve essere installato dove tende o muri influiscono sul flusso d’aria. Inoltre è meglio posizionarlo almeno a 20 cm di distanza dai mobili, per evitare che l’aria finisca direttamente su letti, divani o scrivanie onde evitare problemi di salute. La posizione migliore per il climatizzatore è al centro della parete della stanza da rinfrescare, in alto e non troppo vicino al soffitto. Rimane fondamentale, tuttavia, rivolgersi al personale specializzato per il montaggio del condizionatore.

E.ON ClimaSmart: Risparmia con le offerte E.ON Energia

Abbiamo ideato la nostra offerta E.ON Clima Smart per offrirti la tecnologia migliore grazie ai climatizzatori mono split o multisplit con pompa di calore Bosch e Maxa. Promuoviamo da sempre la diminuzione degli sprechi e dei consumi e per questo, offriamo ai nostri clienti il modulo Wi-Fi, che renderà smart l’impianto di climatizzazione: sarà possibile accendere, spegnere o impostare la temperatura da qualsiasi luogo, anche fuori casa.

Aderendo alla nostra offerta avrai un sopralluogo senza impegno e i nostri tecnici specializzati sapranno dove posizionare il climatizzatore per ottenere i migliori vantaggi, climatici ed economici.

Il nostro obiettivo è offrirti risparmio e qualità a 360° per la tua casa: per questo aderendo alla Promo Estate hai anche fino a 100€ di bonus in bolletta scegliendo una delle nostre offerte luce ( link luce click). Inoltre diventando nostro cliente potrai anche aderire alle nostre iniziative a favore dell’ambiente come ad esempio Energy4Blue.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.