Cinque idee sostenibili per tenere fresca la casa in estate!

Ecco cinque soluzioni ecologiche e a costo zero per non soffrire il caldo in estate!

Difficile trovare oggi una casa o un ufficio nei quali, all’arrivo della calura estiva, non si esiti troppo ad accendere il condizionatore per immergersi in temperature sicuramente più tollerabili rispetto a quelle esterne. Questa scelta ha però un impatto importante sull’ambiente, in termini di emissioni di CO₂, sulla nostra salute e, non ultimo, sulla bolletta! Esistono soluzioni alternative ed ecologiche per tenere fresca la casa? Certamente, richiedono solo un po’ di accortezza e di attenzione, e si basano su un principio semplice: cercare di lasciare il caldo fuori dalle porte della nostra casa.

1. Le tapparelle di giorno? Meglio abbassate

Può sembrare banale, eppure tendiamo a dimenticarcelo. Circa il 30% del calore entra dalle finestre durante il giorno, abbassare le persiane o chiudere le imposte, utilizzare tende avvolgibili e simili per proteggere la casa dai raggi del sole, può far scendere la temperatura interna anche di sei gradi. Un rimedio semplicissimo che impedisce alla casa di trasformarsi in una serra in miniatura.

2. Lascia le porte delle stanze aperte

Non impedire all’aria fresca di diffondersi chiudendo le porte delle stanze. Crea corrente ove possibile, e sfrutta al massimo l’aria fresca della sera, spalancando porte e finestre e lasciando che l’aria circoli naturalmente per la casa.

3. Cambia le lenzuola

Se i tessuti come la flanella o la lana sono perfetti come isolanti, il cotone è la scelta più intelligente quando arriva il caldo, perché traspira più facilmente e resta fresco. Un rimedio aggiuntivo? Utilizza un cuscino imbottito di grano saraceno: tra le pule del grano saraceno c’è uno spazio d’aria naturale, per questo subisce molto meno l’influenza del calore corporeo come i cuscini convenzionali.

4. Pensa alla temperatura del tuo corpo

Se fino a qualche decennio fa si sopravviveva senza problemi anche senza aria condizionata, vuol dire che possiamo farlo anche noi, no? Concentriamoci sul nostro corpo, prima di farci prendere dalla smania e accendere il condizionatore. Passare un panno bagnato su collo e polsi, aiuta, bere molti liquidi, indossare abiti adatti di cotone o lino e preferibilmente di colori chiari.

5. Evita le lampadine a incandescenza

Se ancora non ti eri convinto ad abbandonare le lampadine tradizionali, per passare all’efficienza di quelle a basso consumo, sappi che le prime sprecano la maggior parte dell’energia attraverso il calore che generano. Scegliere l’efficienza ti consentirà di ridurre il calore in casa di notte, risparmiare sulla bolletta e vivere in modo più sostenibile.

E se tutto questo non basta?

Il nostro consiglio è optare per il climatizzatore al posto del condizionatore. Che differenza c’è? Il climatizzatore consente di regolare in modo attivo l’umidità dell’aria e mantenere fresca la casa senza necessariamente impostare il dispositivo su temperature polari.
Il climatizzatore è un dispositivo basato sull’efficienza e consente sicuramente di conquistare il fresco desiderato con minore impatto sull’ambiente e risparmio sulla bolletta!

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.