E.ON attenta ai criteri ESG: in Italia già piantati oltre 100mila alberi

Il gruppo tedesco E.ON, che da anni opera anche in Italia, è attento ai temi della sostenibilità. La società punta a ridurre le emissioni dirette e indirette, raggiungendo l’impatto zero entro il 2040. Le emissioni dirette caleranno del 75% entro il 2030 e del 100% entro il 2040 rispetto al 2019. Le emissioni indirette invece del 50% entro il 2030 e del 100% entro i 2050. I progressi sono già stati rapidi: nel 2020 la riduzione è stata del 10% in entrambi gli ambiti.  

Il Green new Deal europeo secondo E.ON

Tra l’altro il Green Deal varato dalla Commissione europea ha aperto opportunità che hanno spinto E.ON a identificare circa 200 progetti specifici afferenti al proprio business, come reti intelligenti, banda larga, idrogeno e teleriscaldamento a impatto zero. Nel 2021 il gruppo ha emesso una nuova tipologia di Green Bond, che per primo in Europa ha rispettato pienamente i criteri della tassonomia europea sulle attività economiche sostenibili. L’obiettivo dell’azienda è rendere l‘energia pulita e il suo consumo intelligente, favorire la digitalizzazione, attraverso reti sempre più smart, e promuovere l’autonomia energetica. Il gruppo coinvolge nella transizione energetica i propri partner, in modo da creare una community consapevole in grado di generare un cambiamento diffuso e trasversale.

E.ON per i condomini e l’ambiente

In Italia E.ON è presente da più di 10 anni nel settore condomini con partnership molto forti con le principali associazioni di amministratori di condominio, fornendo energia elettrica alle parti comuni e gas centralizzato e promuovendo l’importanza di avere dei condomini green e sostenibili, grazie all’efficientamento energetico degli stabili. Le offerte di energia elettrica sono certificate da garanzie d'origine che attestano la provenienza in via esclusiva da fonti rinnovabili. Oggi, quasi la totalità dei condomini viene fornito con energia verde e certificata. In più la società si impegna garantendo di piantare un albero ogni volta che viene sottoscritto un contratto per la fornitura di gas naturale. Nel caso di un condominio, sono piantati cinque alberi. Ad oggi  ciò ha consentito la piantumazione di oltre 100.000 alberi, includendo anche le forniture di gas al segmento condominiale. In questo modo, anche i condomini contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2, dimostrando come la condivisione di un impegno può dare vita a risultati significativi e tangibili.

 Il gruppo ha sede a Essen, in Germania, e attualmente conta circa 78.000 dipendenti e 50 milioni di clienti nel mondo.

Articolo redatto in collaborazione con Il Sole 24  ORE Radiocor

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.