Sharing economy, sviluppo e vantaggi dell’economia della condivisione

Il modello economico della sharing economy si è diffuso ed è cresciuto notevolmente negli ultimi anni. Ma quali sono i vantaggi dell’economia della condivisione?

La sharing economy è un modello economico in cui la condivisione di beni fisici, come case, automobili, biciclette e molto altro, avviene fra più persone e diventa il vero motore trainante di tutto il sistema. Riuso, riutilizzo, condivisione: sono questi i tre concetti cardine attorno a cui ruotano tante realtà imprenditoriali che sfruttano le tecnologie per creare un modello di economia circolare, che interconnetta sempre di più professionisti, consumatori e cittadini e abbia particolare attenzione anche per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente.

Sharing economy, un settore in crescita

Con la sharing economy sia imprese che consumatori si alleano, e mettono a disposizione le proprie competenze e tecnologie per creare legami virtuosi, che si basano sull’utilizzo degli strumenti tecnologici in maniera razionale e intelligente. In questo modo vengono promossi stili di vita che puntano al risparmio e alla redistribuzione del denaro, favorendo allo stesso tempo la socializzazione e la tutela dell’ambiente.

Secondo uno studio di “PriceWaterhouse Coopers”, il business della sharing economy in Europa potrebbe valere, in termini di volumi di transito, 570 miliardi di euro entro il 2025. In particolare, i settori che si stanno maggiormente sviluppando per quando riguarda l’economia della condivisione sono i trasporti, la finanza collaborativa, i servizi domestici e gli alloggi. Secondo una ricerca dell’Università di Pavia, invece, le piattaforme che offrono questa tipologia di prodotti di condivisione, come Airbnb, Uber, Bla Bla Car e molti altri, sono cresciute tra il 2014 e il 2015 del 34,7%. Oggi, in Italia, se ne contano circa 97 cui bisogna aggiungere 41 attive per il crowdfunding.

I vantaggi della sharing economy

Il modello della sharing economy risulta essere vincente perché basato sulla dinamicità: ai consumatori finali vengono, infatti, offerte soluzioni che rispondono totalmente ai loro bisogni. L’economia della condivisione ha profondamente cambiato il panorama del mercato mondiale, apportando alcuni significativi vantaggi.

Un primo fattore positivo dell’economia circolare riguarda la tutela dell’ambiente: se ad esempio, più persone si muovono con lo stesso mezzo per andare da un luogo all’altro oppure utilizzano la stessa casa per andare in vacanza, l’impatto sull’ambiente sarà sicuramente minore. Il settore della mobilità sostenibile nel mondo della sharing economy è in particolare uno dei più sviluppati per quanto riguarda la crescita di modi di vivere e tecnologie che siano volte alla salvaguardia dell’ambiente.

Il parere degli altri, poi, è un altro vantaggio che la sharing economy ha valorizzato sempre di più. Avere un feedback dai consumatori sull’esperienza vissuta aiuta sia le aziende a migliorare i propri servizi che altri lead a valutare quale potrebbe essere la migliore soluzione in base alle proprie esigenze. Una condivisione efficace è attenta alle innovazioni tecnologiche, e in questo senso la sharing economy ha portato ad un rapido sviluppo di strumenti tecnologici sempre più intelligenti e sofisticati.

Anche noi di E.ON abbiamo pensato ad una serie di progetti per promuovere la crescita e la diffusione della sharing economy, in base a un’ottica che presta particolare attenzione all’ambiente e all’utilizzo di energie rinnovabili.

Scopri i progetti dedicati alla sharing economy di E.ON

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.