Condizionatori a risparmio energetico, come usarli al meglio in estate

Consigli e suggerimenti per un utilizzo efficiente dei condizionatori a risparmio energetico, per avere un risparmio sulle bollette e una casa più fresca

Durante l’estate, quando le temperature salgono e l’afa invade l’aria, l’uso del condizionatore diventa irrinunciabile. Un utilizzo efficiente di questo sistema di raffrescamento porta ad un doppio vantaggio: ci sarà, infatti, un risparmio sulle bollette dell’energia elettrica e un beneficio per la propria salute. I condizionatori a risparmio energetico sono gli strumenti migliori per garantire una casa fresca, consumi ridotti di energia elettrica e, di conseguenza, bollette più leggere.

Condizionatori a risparmio energetico, consigli per un corretto utilizzo

Per un utilizzo ottimale del condizionatore bisogna considerare che ogni singolo impianto ha un consumo che va tra i 400 e i 600 chilowattora per 500 ore di funzionamento. Quando si decide di acquistare un sistema di raffrescamento, l’importante è scegliere condizionatori a risparmio energetico, quindi di classe energetica non inferiore alla A. Questi ultimi, infatti, permettono di ridurre i consumi fino al 30%, e quindi avere un risparmio sulle bollette.

L’efficienza del climatizzatore dipende poi da dove viene posizionato: il consiglio è di collocarlo sempre in alto, perché l’aria fredda tende ad andare verso il basso, aumentando quindi il potere rinfrescante dello strumento. I filtri dell’impianto devono essere controllati almeno una volta all’anno, per evitare che si ricoprano di sporcizia e aumentino quindi i consumi di corrente e gas.

Durante l’utilizzo dei condizionatori a risparmio energetico bisogna evitare di tenere alzate tapparelle e persiane, perché questo provocherebbe un’inutile dispersione di aria fredda. La notte, poi, è bene impostare il sistema sulla funzione “notte”, che riduce la quantità di aria emessa e permette di evitare fastidi legati alla salute, come tosse e bronchite. I condizionatori a risparmio energetico consentono non solo di avere un risparmio sulle bollette, ma anche di poter usufruire di alcuni incentivi, come il bonus condizionatori 2018 che concede, a chi acquista un nuovo impianto, di avere una detrazione IRPEF compresa fra il 50 e il 65% a seconda della tipologia di intervento di ottimizzazione dell’efficienza energetica che si opera all’interno della propria casa.

Anche noi di E.ON abbiamo pensato ad una serie di soluzioni per mantenere fresca la tua casa, permettendo un miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione ed un risparmio sulle bollette.

Scopri tutte le soluzioni E.ON pensate per il climatizzatore della tua casa

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.