Sconti in bolletta e sospensione imposte: gli aiuti del decreto Rilancio alle PMI

Il decreto Rilancio è una delle misure del governo per rilanciare l’economia dopo l’epidemia del Covid-19, al fine di sostenere industrie e imprese per superare il periodo di stasi a causa del lockdown. Il decreto, pubblicato il 19 maggio e diventato legge il 17 luglio, prevede infatti lo stanziamento di 55 miliardi di euro per il paese, le famiglie e le aziende: l’obiettivo è rafforzare e sostenere il reparto produttivo italiano, duramente colpito dall’epidemia. 

All’interno del decreto vi sono anche misure volte a sostenere le piccole e medie imprese, realtà particolarmente colpite dalla crisi economica. Bonus, sconti e sospensione delle imposte: vediamo insieme quali sono gli aiuti più significativi che il decreto Rilancio fornisce alle piccole e medie imprese. 

Decreto Rilancio: contribuito a fondo perduto

Una delle principali strumenti di aiuto del decreto Rilancio sono i contributi a fondo perduto: si tratta di erogazioni di denaro che non richiedono nessun rimborso futuro. Oltre che per i titolari di partita IVA, questo sostegno è previsto per le imprese, agricole e commerciali, con fatturati inferiori a 5 milioni di euro. L’unica condizione è che il calo del fatturato del mese di aprile 2020 sia superiore al 33% rispetto a quello del 2019: questo significa che saranno aiutate le imprese che, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno avuto un fatturato inferiore di due terzi rispetto all’anno precedente. L’ammontare del contributo è calcolato in percentuale rispetto alla perdita di guadagno causato dal covid-19.

Anche chi ha avviato una attività a partire da gennaio 2019 può richiedere questo contribuito: in questo caso non sarà necessaria la condizione del calo del fatturato. I fondi saranno erogati dall’Agenzia delle Entrate a seguito di una domanda telematica.  

Decreto Rilancio: sconti sulle bollette

Il decreto Rilancio permetterà uno sconto sulle bollette per le piccole e medie imprese. Per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020 è stato attivato uno sconto sulle bollette elettriche per le imprese. Sarà l’ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) a calcolare e far diminuire le quote fisse delle bollette, in modo da contribuire a un risparmio delle spese per le attività produttive.

Decreto Rilancio e Superbonus

Grazie al decreto Rilancio le detrazioni relative all’ecobonus e al sisma bonus salgono al 110% e cambiano modalità di erogazione e di accesso. Il governo ha incentivato gli interventi da parte delle imprese, per aumentare l’efficienza energetica e la riduzione del rischio sismico. 

Il Superbonus permetterà di ottenere una detrazione del 110% per l’installazione di pannelli fotovoltaici e delle colonnine di ricarica di veicoli elettrici nella propria attività, a condizione di svolgere alcuni lavori di efficientamento energetico denominati “trainanti”. È una scelta importante, soprattutto da un punto di vista ambientale: da anni siamo sostenitori di una transizione energetica green, che favorisce anche per le imprese soluzioni per il fotovoltaico e per la mobilità elettrica. Per tutti i dettagli sulle novità del Superbonus potete leggere il nostro articolo di approfondimento

Esenzione IRAP

Un altro sostegno per le piccole e medie imprese riguarda l’esenzione dell’IRAP (Imposta Regionale sulle Attività Produttive). Le imprese, e i lavoratori autonomi, con guadagni inferiori ai 250 milioni di euro non sono tenuti al pagamento del saldo 2019 dell’IRAP e dell’acconto del 2020 (pari al 40% del totale).

Incentivo al rafforzamento patrimoniale

Per il 2020 le persone giuridiche o fisiche che investiranno nel capitale di società godranno della detraibilità del 20% della somma investita (per investimenti entro i 2 milioni di euro). Viene anche riconosciuto, a queste aziende, un credito d’imposta pari al 50% delle perdite eccedenti il 10% del patrimonio netto, fino a concorrenza del 30% dell’aumento del capitale. 

Fondo Patrimonio PMI

Il decreto Rilancio ha creato un “Fondo Patrimonio” per le piccole e medie imprese. Queste riguardano solo le aziende con sede legale in Italia e con meno di 250 dipendenti. Il fondo sarà concesso solo a realtà che rispettano alcuni requisiti: le imprese devono aver avuto un ricavo tra i 10 e i 50 milioni di euro nel 2019 e, a causa del covid-19, devono aver avuto una riduzione complessiva dei ricavi non inferiore al 33%. Inoltre devono essere in situazione di regolarità fiscale, prevenzione degli infortuni e salvaguardia dell’ambiente.

Il fondo è uno strumento di investimento e mira a far sottoscrivere obbligazioni o titoli di debito emessi dalle società. Le sottoscrizioni devono essere fatte entro il 31 dicembre 2020 e dovranno ammontare a un massimo pari al minore importo tra 3 volte l’ammontare dell’aumento di capitale effettuato nel 2020 e il 12,5% dell’ammontare dei ricavi del 2019. Le obbligazioni e i titoli di debito dovranno essere rimborsati entro sei anni.

Credito d’imposta per gli affitti

Per le piccole medie e imprese dove la produzione è in un locale in affitto, o in leasing, è previsto un credito di imposta pari al 60% del canone mensile. Questa misura riguarda le imprese con ricavi inferiori a 5 milioni di euro che, a causa dell’emergenza covid-19, abbiano subito una riduzione del fatturato del 50%, per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020. Per le strutture alberghiere la riduzione è invece indipendente dalle inflessioni del fatturato rispetto agli anni precedenti. Per alberghi e pensioni di proprietà arriva invece lo stop della prima rata dell’Imu, a condizione che i possessori delle attività siano anche i gestori.

Decreto Rilancio per le aziende: tutti i dettagli

Questi sono i principali aiuti concreti che il decreto Rilancio ha previsto per aziende e imprese. Per ulteriori informazioni sulle misure di aiuto del decreto Rilancio alle imprese e sulle procedure è possibile consultare il sito del governo.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.