Gli obiettivi di sostenibilità che le imprese preferiscono

Da un recente studio condotto dal Global Compact delle Nazioni Unite insieme a Accenture Strategy, intervistando più di 1.000 Chief Executive Officers (CEO) nel mondo, emerge che il 99% dei top executives (aziende >1 Mld $) ritiene che la sostenibilità aziendale sarà determinante per il futuro successo dell’azienda, tuttavia le imprese non stanno facendo abbastanza per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU.

Il 40% dei CEO afferma che la sostenibilità sta generando una crescita nel fatturato e il 48% delle imprese sta integrando la sostenibilità nelle sue attività operative.

I Sustainable Development Goals preferiti dalle aziende

Un altro studio delle Nazioni Unite (Global Compact Progress Report 2019) conferma il ruolo cruciale che la business community ricopre ai fini del raggiungimento dell’Agenda 2030.

Con riferimento ai 17 Sustainable Development Goals (SDGs), l’attenzione e gli sforzi in termini di azioni da parte delle oltre 9.500 imprese aderenti (tra cui E.ON), sono focalizzati principalmente al raggiungimento di 3 obiettivi principali che raccolgono ognuno tra il 60% e il 66% delle preferenze: sono gli obiettivi 8, 5 e 3.

Seguono gli obiettivi 12, 13 (importante perché riguarda le Climate Action), 9, 4 e 7 che raccolgono tra il 40 e il 50% dell’interesse.

Successivamente altri 4 obiettivi sono posti tra il 30 e il 39% dell’interesse delle aziende (17, 10, 11, 6) e in ultimo gli obiettivi che interessano solo il 13-29% delle imprese. Tra questi SDG troviamo “Sconfiggere la povertà” e “Sconfiggere la Fame”.

  • Lavoro dignitoso e crescita economica – Obiettivo 8: è l’obiettivo più perseguito, con il 66% delle risposte. Si tratta di incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile con un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti. Le cattive condizioni di lavoro sono infatti la principale sfida globale nel mondo del lavoro. Il tasso di disoccupazione globale è diminuito, ma ci sono ancora 152 milioni di bambini intrappolati nel lavoro minorile e circa 40 milioni di vittime della schiavitù moderna.
  • Parità di genere – Obiettivo 5a determinare l’importanza di questo obiettivo sono sufficienti i seguenti dati. A livello globale, solo il 63% delle donne di età compresa tra i 25 e i 54 anni fa parte della forza lavoro, mentre per gli uomini nella stessa fascia di età la percentuale è del 94%. Le donne guadagnano circa il 20% in meno rispetto agli uomini con lo stesso lavoro. Nonostante i progressi, l’ONU stima che ci vorranno oltre 200 anni per colmare il gap nel raggiungimento della parità di genere sul lavoro.
  • Salute e benessere – Obiettivo 3: Su questo obiettivo le aziende si dichiarano piuttosto ottimiste. Il 78% dichiara di avere un positivo impatto su questo obiettivo e sono sempre più (93%) le aziende che hanno sviluppato politiche e programmi che tengano conto della salute e della sicurezza sul posto di lavoro dei propri dipendenti.

La strada per raggiungere gli obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile è ancora lunga e noi di E.ON stiamo cercando di concentrare i nostri sforzi anche verso obiettivi indirizzati alla tutela ambientale. Per esempio stiamo lavorando per raggiungere gli obiettivi 7, 11 e 13 ovvero, rispettivamente: assicurare l’accesso a forniture di energia pulita e accessibile; rendere la città e la comunità sostenibili; e perseguire la lotta al cambiamento climatico.

Scarica l'articolo

Scarica PDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati a My E.ON e condividi le news per collezionare gli ecoPoints di Energy4People e ricevere premi e sconti.