Comune di Ariano nel Polesine

1,7 ettari

2.103 alberi

Progetti di forestazione certificati

<p><br> ll Parco Regionale Veneto del Delta del Po ha un’estensione di circa 12.000 ettari e costituisce una delle più vaste zone umide europee e del Mediterraneo. Il “dolce gigante”, come viene chiamato il Po, prima di<br> sfociare nell’Adriatico si apre a ventaglio ramificandosi<br> in sette corsi d’acqua, dando vita ad un ambiente<br> naturale unico.<br> L’ambiente del Delta del Po è stato creato dall’opera di<br> sedimentazione del fiume e dall’opera dell’uomo, che<br> nel corso degli anni ha bonificato i terreni e messo a<br> regime le acque dei numerosi affluenti. Tra gli obiettivi<br> strategici del Parco rientra quindi il recupero ambientale<br> e il miglioramento delle condizioni ecologiche di<br> questi luoghi. L’intervento è stato realizzato in località<br> Grillara, nel Comune di Ariano nel Polesine, in un’area<br> abbandonata all’interno del SIC della Rete Natura<br> 2000 “Dune fossili di Ariano” che in precedenza aveva<br> una destinazione agricola.<br> Attraverso la piantumazione di specie autoctone si è<br> voluto ricreare l’antico paesaggio naturale delle “dune<br> fossili di Ariano nel Polesine”, uno dei più antichi cordoni<br> dunosi dell’Alto Adriatico. Il significativo impiego<br> del pino domestico, specie molto resistente e adatta<br> ai suoli sabbiosi, permetterà di ricreare le condizioni<br> favorevoli per la crescita delle altre specie impiegate e<br> per la stabilizzazione del suolo sabbioso.</p>

Specie di alberi utilizzati

Vieni a vedere il bosco! Vedi sulla mappa

Vieni a vedere il bosco!

Vedi sulla mappa