Come risparmiare sulla bolletta luce e gas

Il risparmio sulle bollette di luce e gas nel proprio ambiente domestico è un obiettivo perseguito sempre da più persone, sia per ragioni economiche che ambientali. Comprendere come risparmiare su luce e gas è dunque importante non solo per spendere meno nelle bollette ma anche per ridurre il proprio impatto ambientale e salvaguardare il clima del pianeta.

Risparmio energia in casa

Possiamo definire risparmio energetico quell'insieme di azioni finalizzate a risparmiare e ridurre l'uso dell'energia per tutte le attività umane, sia quotidiane che industriali. Il risparmio energetico consiste quindi nell'individuazione e nella riduzione degli sprechi, nell'uso di tecnologie che aumentano l'efficienza energetica, riducendo i consumi per pari prestazioni.

In quest'ottica il risparmio dell'energia elettrica e del gas in ambiente domestico assume particolare rilevanza e interesse proprio perché, trattandosi di spese indispensabili per ogni persona e famiglia, è un ambito in cui ognuno di noi può impegnarsi per ottenere un margine di miglioramento più ampio.

Monitorare il consumo energetico e le offerte del mercato

Il costo dell'energia elettrica e del gas nelle bollette è determinato da una pluralità di fattori, e su alcuni di questi non è possibile intervenire in quanto sono costi fissi imposti dall'Autorità ARERA (Autorità di Regolazione per Energia e Ambiente).

Per ridurre il costo di ogni bolletta, dunque, è possibile intervenire sulla scelta del fornitore e, in quanto consumatori, sulle azioni quotidiane volte a ridurre gli sprechi e aumentare l'efficienza energetica.

Il primo passo è il monitoraggio dei consumi: solo in questo modo è possibile sapere quanta energia viene usata e comprendere come intervenire in modo efficace. E.ON, in quest'ottica, ha ideato un'area riservata (My E.ON) nella quale ogni cliente può visualizzare il grafico dei propri consumi.

mercato energia

 

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Sono molte le scelte per aumentare il risparmio dell'energia elettrica e, di conseguenza, ridurre i costi in bolletta.

1. Pannelli fotovoltaici: la scelta di un impianto fotovoltaico determina non solo un risparmio energetico nella propria abitazione ma anche un impatto positivo per l'ambiente. Basandosi sull'energia rinnovabile del sole, infatti, si riducono le emissioni di gas nell'atmosfera. Inoltre, installare dei pannelli fotovoltaici garantisce agevolazioni fiscali e detrazioni del 50% sull'Irpef. Oltre ai vantaggi in bolletta, l'uso dei pannelli fotovoltaici consente un risparmio dell'80% sulla produzione di acqua calda sanitaria.
Per i clienti E.ON con un impianto fotovoltaico il risparmio è ulteriormente facilitato grazie a E.ON Home. Questa piattaforma digitale rende possibile il monitoraggio dei consumi e della produzione di energia del proprio impianto, per garantire una gestione delle risorse che massimizzi il risparmio e l'efficienza.

2. Fasce orarie per l'energia elettrica: sfruttare le fasce orarie permette un risparmio energetico notevole. L’ARERA, infatti, ha stabilito dei prezzi differenti  per l'energia elettrica a seconda delle fasce orarie. Ad ogni fascia è associato un prezzo diverso, stabilito in base al costo della produzione dell'energia in quelle ore.

Le fasce orarie si dividono in F1, F2, F3.

·F1 (ore di punta) : dalle 8.00 alle 19.00, dal lunedì al venerdì;
·F2 (intermedie) : dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00 dal lunedì al venerdì, e sabato dalle 7.00 alle 23.00.
·F3 (ore fuori punta) : dalle 24.00 alle 7.00 e dalle 23.00 alle 24.00 da lunedì a sabato, e per tutto il giorno la domenica e festivi.

La fatturazione bioraria prevede la divisione in bolletta in due fasce, F1 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00) e F23 (l’unione delle due fasce F2 e F3). Se sfruttata in modo strategico, può determinare un risparmio notevole: usando gli elettrodomestici fra le 20 e le 8 nei giorni feriali o durante i giorni festivi, si avrà energia elettrica a minor costo.    

3. Elettrodomestici: la scelta di elettrodomestici ad alta efficienza energetica (classe energetica da A a A+++) garantisce un minore spreco di elettricità a parità di prestazione.  Una corretta manutenzione di tutti gli elettrodomestici è fondamentale per mantenerne l'efficienza.

4. Illuminazione: la scelta delle lampadine ha un grande impatto sul risparmio dell'energia elettrica. Le lampadine a risparmio energetico a LED, infatti, non solo consumano fino al 90% meno ma durano circa 25 volte di più. Si può optare anche per le luci Smart che, grazie al controllo da remoto, possono essere gestite anche a distanza.

5. Computer: sia in casa che in ufficio il computer arriva a consumare quantità rilevanti di energia. Proprio come altri device tecnologici è possibile risparmiare impostando il dispositivo in modalità risparmio energetico: il consumo può scendere di oltre il 30%.

Come risparmiare sulla bolletta del gas

Attraverso accorgimenti e interventi anche per la fornitura di gas naturale è possibile ottenere un notevole risparmio sulla bolletta.

1. Isolamento dell'abitazione e dispersione termica: più un'abitazione è isolata termicamente meno disperderà calore. Questo significa che un buon isolamento, evitando il fenomeno della dispersione termica, impedisce gli sprechi energetici e garantisce un risparmio immediato. Per migliorare l'efficienza energetica della propria abitazione, favorendo una buona coibentazione, è importante intervenire sugli infissi e sui vetri oltre che scegliere materiali ad alto coefficiente di isolamento per le pareti e per il tetto. Ad oggi la scelta di una casa ecosostenibile progettata per aumentare il risparmio energetico è quella più conveniente.

2. Caldaia a condensazione: la caldaia è lo strumento principale per riscaldare la casa.

La tecnologia della caldaia a condensazione, grazie al recupero del calore dei fumi di combustione, garantisce una maggiore efficienza attraverso la riduzione degli sprechi, e permette un risparmio in bolletta di circa il 35%. Anche in questo caso la manutenzione, oltre che essere un obbligo previsto dalla legge, consente di mantenere elevate le prestazioni.

3. Valvole termostatiche: una volta montate sui caloriferi, le valvole termostatiche permettono di regolare il consumo dell'acqua calda usata per riscaldare l'ambiente. In questo modo è possibile scegliere, in base alla stanza in cui è posizionato il calorifero, la quantità di calore che esso rilascia. Il risparmio in bolletta può arrivare fino al 15%.

4. Controllo della temperatura: il controllo della temperatura in casa determina un notevole risparmio, oltre che diminuire gli sprechi di energia. Per ogni grado in meno impostato nella caldaia, infatti, si ottiene un risparmio che va dal 5% al 10% di combustibile. La tecnologia del termostato intelligente, inoltre, permettendo la regolazione del riscaldamento a distanza tramite l'App, consente l'accensione o lo spegnimento dell'impianto anche quando si è lontani dall'abitazione.

La scelta del fornitore

La scelta di un fornitore è fondamentale non solo per le offerte economiche ma anche per la cura al cliente e per l'attenzione alla sostenibilità. Le offerte di E.ON, vantaggiose e differenziate, non permettono solo l'assistenza nella progettazione e una consulenza costante, ma danno al cliente la possibilità di partecipare attivamente a progetti concreti a favore dell'ambiente e della lotta ai cambiamenti climatici in atto, come Boschi E.ON per contribuire alla piantumazione di nuovi alberi e E.ON Energy4Blue per tutelare le coste, i mari e prendersi cura delle tartarughe marine.