Bonus sociale

Agevolazioni per clienti domestici in disagio fisico e/o economico

Il bonus sociale è uno strumento che garantisce una riduzione della spesa per la fornitura di energia elettrica e/o gas naturale alle famiglie in condizione di disagio economico e/o fisico e alle famiglie numerose, introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambienti.

Bonus per disagio economico

Dal 1 gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico, per le forniture di energia elettrica e gas naturale, sono riconosciuti automaticamente ai nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda, come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.

Ogni anno, a partire dal 2021, il nucleo familiare deve semplicemente presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate.

Maggiori informazioni per presentare la DSU e richiedere l’ISEE sono disponibili al seguente link: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50088

Se il nucleo familiare ha i requisiti per accedere al bonus, l'INPS invia i suoi dati alla banca dati centralizzata del settore energetico (Sistema Informativo Integrato – SII), che incrocia i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità e gas, permettendo di erogare automaticamente i bonus agli aventi diritto.

Eventuali domande presentate dal 1 gennaio 2021 in poi quindi non possono essere accettate dai Comuni e dai CAF e non sono in ogni caso valide per ottenere il bonus sociale per disagio economico.

Sono in corso di definizione le modalità applicative per l'erogazione automatica delle agevolazioni, che saranno oggetto di appositi provvedimenti da parte delle amministrazioni competenti. Indipendentemente dai tempi necessari per la predisposizione degli strumenti informatici necessari, il bonus 2021 sarà comunque riconosciuto agli aventi diritto per l'intero periodo di agevolazione, anche mediante il riconoscimento di eventuali quote di bonus già maturate.

I bonus 2020 in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continuano ad essere erogati con le modalità oggi in vigore. In caso di cambio del venditore o del tipo di contratto (ad esempio se si passa da un contratto dal mercato di tutela ad uno nel mercato libero), il bonus continua ad essere erogato senza interruzioni fino al termine della validità del diritto.

Il bonus sociale gas per disagio economico consente alle famiglie con ISEE non superiore a 8.265 €, alle famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 € e alle famiglie titolari del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza (anche con ISEE superiore a 8.265 €) di ottenere uno sconto sulla bolletta. Il valore dello sconto dipende dalla categoria d'uso associata alla fornitura di gas, dalla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente dall'Autorità.
La compensazione è riconosciuta sia alle famiglie che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale (clienti domestici diretti), sia a quelle che utilizzano impianti condominiali (clienti domestici indiretti).

Per ulteriori informazioni e per il valore dell’importo del bonus si rimanda al sito dell’ARERA: https://www.arera.it/it/bonus_gas.htm.

Il bonus sociale elettrico per disagio economico consente alle famiglie con ISEE non superiore a 8.265 €, alle famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 € e alle famiglie titolari del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza (anche con ISEE superiore a 8.265 €) di ottenere uno sconto sulla bolletta. Il valore dello sconto dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente dall'Autorità.

Per ulteriori informazioni e per il valore dell’importo del bonus si rimanda al sito dell’ARERA: https://www.arera.it/it/consumatori/ele/bonusele_ec.htm

Bonus per disagio fisico

Il bonus sociale elettrico per disagio fisico è riconosciuto a tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o ai clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.
L'elenco delle apparecchiature elettromedicali salvavita che danno diritto al bonus è stato individuato dal Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011.

Il bonus per disagio fisico non è riconosciuto in automatico. I soggetti interessati devono fare richiesta presso il Comune di residenza del titolare della fornitura elettrica (anche se diverso dal malato) utilizzando gli appositi moduli o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane).

Per avere accesso al bonus, il cliente deve essere in possesso, tra gli altri, di un certificato ASL che attesti:

- la situazione di grave condizione di salute;

- la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;

- il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;

- l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata.

Non è richiesta la presentazione dell'ISEE, in quanto il bonus per disagio fisico viene concesso indipendentemente dalla fascia di reddito del richiedente. Tuttavia, il bonus per disagio fisico è cumulabile con quello per disagio economico (sia elettrico che gas) qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in 3 livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo. L'assegnazione ad uno dei tre livelli viene calcolata dal sistema informatico che gestisce le agevolazioni sulla base di quanto certificato dalla ASL.

L'importo del bonus viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica, non in un'unica soluzione, ma suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Il bonus per disagio fisico viene erogato senza interruzioni fino a quando sono utilizzate le apparecchiature. Il cessato utilizzo di tali apparecchiature deve essere tempestivamente segnalato al proprio venditore di energia elettrica.

Per ulteriori informazioni, per accedere alla modulistica e per il calcolo dell’importo del bonus si rimanda al sito dell’ARERA:
https://www.arera.it/it/consumatori/ele/bonusele_df.htm#richiesta.