max-height400 h200-mob
Perché il NOI è senza limiti

Simris e la storia di stare insieme

campagna WHNL

Una rivoluzione solare

A prima vista il pacifico villaggio svedese di Simris, con i suoi graziosi cottage imbiancati e la caratteristica chiesa, non sembra particolarmente significativo. Non c'è alcuna indicazione che questo piccolo villaggio di 200 persone sia invece all'avanguardia nella transizione verso le energie rinnovabili!

Dal 2017 Simris è in gran parte autosufficiente dal punto di vista energetico. L'intero villaggio è scollegato dalla rete elettrica nazionale per la maggior parte del tempo. I suoi abitanti possono generare tutta l'energia di cui hanno bisogno, e in alcuni casi anche di più, utilizzando l'energia eolica e solare. Ciò che è stato ottenuto qui è una prova eccezionale che WE non ha limiti.

L'elettricità pulita e verde in eccesso può essere immagazzinata in batterie o venduta alla rete nazionale. Nell'improbabile caso in cui il sole si rifiutasse di splendere per un lungo periodo, l'intera comunità del villaggio si ricollegherebbe automaticamente alla rete elettrica nazionale, assicurando che non ci siano interruzioni di energiaa. È un'impresa di moderna ingegneria sostenibile, abilitata da E.ON.

“La mia motivazione era dare il buon esempio ai miei figli e nipoti. E quando questa opportunità ci è stata data da E.ON, l'abbiamo colta "

campagna WHNL

Sebbene ciò sia quanto di più vicino alla realizzazione di un'utopia dell'energia rinnovabile attualmente esistente, arrivare a questo punto non è stato solo un trionfo della scienza e dell'ingegneria. È stata una masterclass in partnership e collaborazione: gli abitanti dei villaggi, gli ingegneri E.ON, il governo locale, tutte le persone coinvolte nel progetto hanno dovuto pensare e agire come una comunità per garantire il successo. È stata una grande opportunità per vedere il potere del WE in azione.

Non è un caso che Simris sia stata scelta per un progetto così innovativo. Il villaggio si trova in uno dei luoghi più soleggiati e ventosi della Svezia con un parco eolico e solare E.ON nelle vicinanze. Tuttavia, è stato l'incredibile entusiasmo dei cittadini di diventare autosufficiente dal punto di vista energetico, a far girare la palla. Ancora una volta la possibilità di rendere il loro approvvigionamento energetico non solo completamente sostenibile, ma anche creato e gestito dalle ultime tecnologie, è stato discusso con entusiasmo alle riunioni del villaggio (il Bymöte), davanti a un caffè e una torta (fika) - con tutti d'accordo, che ora era il tempo per una rivoluzione energetica a Simris.

Questo entusiasmo era importante tanto quanto la tecnologica di E.ON, poiché il respingimento della comunità in qualsiasi fase avrebbe messo a repentaglio l'intero progetto. Sebbene E.ON fornisse il know-how, gli abitanti di Simris dovevano ancora investire nella tecnologia necessaria per ridurre le future bollette energetiche. Ciò voleva dire investire in pannelli solari, batterie per immagazzinare l'elettricità in eccesso e pompe di calore per regolare la temperatura delle apparecchiature.

Ma per la maggior parte degli abitanti di Simris, questo progetto non era solo una questione di soldi. “La mia motivazione era dare il buon esempio ai miei figli e nipoti. E quando questa opportunità ci è stata data da E.ON, l'abbiamo colta ", dice Karin Lefvert, una delle abitanti del villaggio. Una decisione, che ha influenzato la sua vita in più di un modo: "Ho cambiato il mio comportamento da quando abbiamo installato i nostri pannelli solari, ora sono più consapevole di quello che sto facendo - quando faccio il bucato, come uso le lampade e che temperatura stabilisco in casa mia. "

Scopri le altre storie di successo