E.ON alla Pre-COP26 all’insegna della sostenibilità e della lotta al cambiamento climatico

Data: 28/09/2021

28/09/2021 - E.ON sarà tra i protagonisti della Pre-COP26, la riunione ministeriale ufficiale che si svolgerà a Milano tra il 30 settembre e il 2 ottobre.

La Pre-COP26 precede la COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà a Glasgow il prossimo novembre sotto la presidenza del Regno Unito e in collaborazione con l’Italia.La piantumazione dei circa 1.000 alberi rientra nell’ampio progetto di riqualificazione urbana “Boschi E.ON” che l’azienda di energia porta avanti su territorio nazionale dal 2011 e che, fino a ora, ha permesso di mettere a dimora oltre 83.000 alberi in 26 aree selezionate in Italia, facendone uno dei più rilevanti progetti di forestazione mai portati avanti da un’impresa privata.

E.ON, tra i principali operatori energetici in Italia, parteciperà alla Pre-COP26, la riunione ministeriale ufficiale che precede la COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà a Glasgow (Scozia) il prossimo novembre.

L’evento Pre-COP26, che si svolgerà a Milano tra il 30 settembre e il 2 ottobre, è l’occasione in cui E.ON intende ribadire il proprio impegno nella lotta al cambiamento climatico e per la creazione di un pianeta sostenibile, obiettivi che interessano e devono poter coinvolgere tutti indistintamente.

E.ON sarà impegnata in diversi appuntamenti, anche al fianco di partner prestigiosi, per la realizzazione di progetti educativi sul tema del clima e sulla tutela degli ecosistemi. Tra questi:

  • All4Climate - Italy 2021 raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta ai cambiamenti climatici che si svolgeranno quest'anno in Italia. Lanciato dal Ministero della Transizione Ecologica, in collaborazione con Connect4Climate del Gruppo Banca Mondiale, insieme a Regione Lombardia e Comune di Milano, All4Climate si propone di promuovere un dialogo attivo e costruttivo sulle sfide della crisi climatica e facilitare il raggiungimento degli obiettivi dell'accordo di Parigi. Nel palinsesto degli eventi di All4Climate trova spazio il progetto educativo “Odiamo gli sprechi promosso da E.ON per le scuole. Il sito https://all4climate2021.org/ ospita l’area Odiamoglisprechi, dedicata ai docenti, che potranno disporre di una sessione formativa ad hoc. Verranno, inoltre, effettuate sperimentazioni che gli stessi insegnanti potranno poi replicare in aula su temi come effetto serra; pioggia acida; effetto albedo; scioglimento dei ghiacciai.
  • Oceanthon: seconda edizione dell’hackathon digitale organizzato dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC-UNESCO) dell’Ufficio Regionale UNESCO per la Scienza e la Cultura in Europa e il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), con il supporto di Hackies.online, con l’obiettivo di proporre soluzioni e modelli digitali in favore della salvaguardia degli oceani, attraverso il coinvolgimento di giovani talenti provenienti da contesti diversi. E.ON ha scelto di supportare UNESCO in questa iniziativa, in qualità di main partner per il secondo anno consecutivo.
  • Ocean&ClimateVillage: sempre in partnership con UNESCO, E.ON sarà presente all’Ocean&ClimateVillage organizzato presso La Triennale di Milano. Una mostra sul tema Oceano divisa in 8 aree, ma anche varie sessioni formative e divulgative, che avranno l’ obiettivo di ribadire l’importanza della salvaguardia dell’ecosistema marino. La presenza di E.ON sarà l’occasione per sensibilizzare, in particolare le nuove generazioni, sull’importanza dell’impegno verso un futuro sostenibile. Sarà, inoltre, l’occasione per raccontare le iniziative dedicate alla lotta al cambiamento climatico e approfondire il progetto Save the Wave, con il quale E.ON si è impegnata a supportare il ripristino della posidonia oceanica, una pianta che ha un ruolo fondamentale per l’ecosistema marino. Save The Wave è un progetto per la riforestazione di 100 metri quadri di posidonia oceanica nel golfo di Palermo. Un’attività che coinvolgerà anche la comunità locale e le scuole della città: gli studenti seguiranno l’intero percorso di sviluppo della prateria di posidonia oceanica proprio per raccontare e documentare il tema del Blue Carbon e dell’assorbimento della CO2 da parte dell’oceano.

“Siamo davvero onorati di prendere parte ad un evento così importante nel contesto della lotta al cambiamento climatico. La Pre-COP26 rappresenta per noi un’ulteriore occasione per ribadire, non solo il nostro impegno per la sostenibilità e la salvaguardia del pianeta, ma ancora di più il nostro ruolo come attore principale della transizione energetica. In Italia vogliamo rappresentare una realtà sulla quale poter contare per rendere il Paese verde, un concetto ampio che riguarda il benessere degli italiani. Istituzioni, investitori, potenziali partner, ma anche clienti come aziende e privati, devono trovare in noi la risposta al desiderio congiunto di contribuire in modo proattivo e partecipativo alla creazione di un futuro migliore”, ha dichiarato Frank Meyer, CEO E.ON Italia.

“Un domani migliore dipende dall’adozione di buone pratiche all’insegna della sostenibilità già da oggi. La Pre-COP26 è un momento essenziale per informare e sensibilizzare le giovani generazioni sul tema della lotta al cambiamento climatico e porre l’accento sulla necessità della creazione e diffusione di una vera e propria cultura della sostenibilità. Per farlo è necessario un impegno congiunto tra istituzioni, aziende e consumatori agendo su due asset in particolare: la realizzazione di progetti concreti e lo sviluppo di un forte senso di appartenenza ad una community globale, le cui azioni e decisioni sono determinanti per le sorti del pianeta in cui tutti viviamo. E.ON è in prima linea e intende proseguire, sulla strada già intrapresa, in un percorso di cooperazione mosso da ideali e obiettivi comuni”, ha aggiunto Davide Villa, Chief Customer Officer E.ON Italia.

Trasformare il futuro attraverso la sostenibilità

La sostenibilità è per E.ON un key driver di trasformazione del futuro, fondamentale per rispondere alle aspettative della società agendo con responsabilità sociale e nel rispetto delle risorse naturali. Tre gli obiettivi principali di E.ON in questo ambito: ridurre l’impatto ambientale attraverso la decarbonizzazione, aumentare l’efficienza energetica, contribuendo alla riduzione della carbon footprint, e rendere l’energia verde la fonte primaria in tutti i settori. Tramite il proprio operato, il Gruppo vuole prevenire l’emissione di 100 milioni di tonnellate di anidride carbonica ogni anno. E.ON stessa si è prefissa ambiziosi target di riduzione della CO2: meno 100% di emissioni dirette entro il 2040 e di indirette entro il 2050. Per affrontare i consistenti investimenti necessari al raggiungimento di questi obiettivi, E.ON ha emesso green bond per un volume complessivo pari a 4,6 miliardi di euro.

E.ON e gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

E.ON intende svolgere il ruolo di acceleratore nel percorso di transizione verde delineato dalle istituzioni internazionali. La proposta di nuovi modelli di sviluppo maggiormente attenti all’ambiente e al benessere delle persone seguono la strategia approvata dall’ONU nell’ambito dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. In particolare, E.ON intende insistere negli scenari di sua competenza e in quelli ad essi strettamente correlati. Gli obiettivi 7 (Energia pulita ed accessibile); 11 (Città e comunità sostenibili) e 13 (Lotta contro il cambiamento climatico), sono quelli sui quali il focus è massimo.

Info su Pre-COP26

Ogni Conferenza delle Parti sulla Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici è preceduta da un incontro preparatorio che si tiene circa un mese prima, chiamato Pre-COP. Lo scopo di questo incontro è quello di fornire a un gruppo selezionato di paesi un ambiente informale per discutere e scambiare opinioni su alcuni aspetti politici chiave dei negoziati e offrire una guida politica per i negoziati successivi. La Pre-COP si terrà a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre 2021. Alla conferenza parteciperanno da 35 a 40 paesi, rappresentanti del Segretariato dell'UNFCCC, i presidenti degli Organi Sussidiari della Convenzione e una serie di stakeholder che svolgono un ruolo chiave nella lotta al cambiamento climatico o nella transizione allo sviluppo sostenibile.

Info su Ocean&Climate Village

All’Ocean&Climate Village andrà in scena una vera e propria mostra interattiva ed educativa dedicata a oceano e clima, realizzata da IOC-UNESCO nell’ambito del Decennio del Mare. I cittadini saranno accompagnati in un emozionante viaggio negli abissi, per una maggiore sensibilizzazione sull’importanza dell’oceano per il nostro pianeta e per il nostro futuro. La mostra, i talk e i dibattiti sono accessibili previa prenotazione attraverso i seguenti link:
• https://decenniodelmare.it/oceanclimate-village/
• https://www.eventbrite.it/e/registrazione-oceanclimate-village-169491893817

Scarica il comunicato stampa

Scarica PDF

Contattaci
Hai bisogno di maggiori informazioni sulla nostra azienda? Contatta l'Ufficio Stampa

 
Via Amerigo Vespucci, 2 - 20124 Milano - Italia