Conciliazione

A conferma del forte impegno di E.ON affinchè le proprie attività e i propri processi operativi siano sempre focalizzati sulla soddisfazione del cliente, viene messo a disposizione uno strumento in più di apertura e di confronto: la conciliazione paritetica.

Cos'è la conciliazione

La procedura di conciliazione paritetica rappresenta uno strumento amichevole, volontario e gratuito per la risoluzione semplice e veloce di eventuali controversie tra clienti e fornitore. Non sarà quindi necessario rivolgersi ad un giudice o ad un arbitro per la risoluzione delle diverse situazioni.

Quali sono le associazioni dei consumatori che hanno aderito?

Al protocollo hanno aderito alcune tra le principali associazionei di tutela dei consumatori: ACU, Adiconsum, ADOC, Altroconsumo,Asso-Consum, Assoutenti, Centro Tutela Consumatori Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Co.Di.Ci., Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori. Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

Chi può accedere alla procedura di conciliazione paritetica.

Possono accedere alla conciliazione tutti i clienti domestici che hanno (o hanno avuto) un contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas naturale con E.ON Energia; i condomini e le piccole e medie imprese, con fornitura attiva o cessata, che hanno diritto alle condizioni di Maggior tutela per l' energia elettrica e Tutela per il gas, sia nel mercato tutelato, sia nel mercato libero.

In che modo si attiva la procedura

La procedura di conciliazione si attiva su richiesta del cliente o dell'associazione a cui fa riferimento, attraverso la compilazione della DOMANDA DI CONCILIAZIONE riportato nel box in alto a destra.

Il modulo va inviato a uno dei seguenti recapiti:

  • POSTA ELETTRONICA : eon.conciliazione@legalmail.it
  • fax: 02.89448519
  • posta ordinaria:

E.ON Energia S.p.A. - Associazione dei consumatori all'attenzione dell' Ufficio di Conciliazione via Amerigo Vespucci, 2 -20124 Milano

In quanto tempo si conclude la pratica?

A seconda delle casistiche la procedura può risolversi entro 60 giorni lavorativi dalla data di ricezione della domanda di conciliazione.