Crescono le rinnovabili in USA

Negli Stati Uniti il Gruppo E.ON cresce nelle rinnovabili, con la costruzione del parco eolico di Radford’s Run nella contea di Macon, in Illinois. Il progetto, con un investimento previsto di 500 milioni di dollari, sarà completato secondo le stime alla fine del 2017 e fornirà elettricità sufficiente a soddisfare i consumi di 90.000 nuclei domestici. Con una capacità di 278 MW sarà il secondo più grande parco eolico dello stato e il terzo progetto di E.ON in Illinois.

Ma la presenza del Gruppo nel continente a stelle e strisce, si palesa in altri due importanti progetti. E.ON, ha infatti siglato un contratto di fornitura di energia da fonte rinnovabile con Johnson & Johnson, primo produttore mondiale di prodotti per la cura del corpo, che ha deciso di acquistare per dodici anni metà della produzione del parco eolico E.ON da 200 MW di Colbeck’s Corner in Texas: una quantità pari al 60% dei consumi dell’azienda negli Stati Uniti e al 25% nel mondo.

Altri 400.000 MWh annui prodotti dal parco eolico di Colbeck’s Corner sono stati acquistati invece da Digital Realty, leader global nella fornitura di servizi dati e soluzioni di interconnessione.

Infine, sempre in Texas, il marchio E.ON ha fatto il suo ingresso nel segmento dei servizi per gli impianti di generazione: la Lincoln Clean Energy (LCE), compagnia privata con sede a Chicago, ha scelto E.ON Energy Services per provvedere alla gestione del suo parco eolico Amazon Wind Farm nei pressi di Snyder, in Texas, impianto che vende il 90% della propria produzione ad Amazon in base a una partnership di lunga durata. Lo scorso mese E.ON Energy Services ha infine siglato un accordo con Novatus Energy per la gestione di quattro parchi eolici in tre differenti stati, per un totale di 700 MW.